mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, Nizzi contro dati Covid: "eccesso informazioni genera falso senso controllo"

Olbia, Nizzi contro dati Covid:
Olbia, Nizzi contro dati Covid:
Angela Galiberti

Pubblicato il 17 ottobre 2020 alle 10:17

condividi articolo:

Olbia, 17 ottobre 2020 - Senza dare alcun numero sulla sua pagina Fb ufficiale (gli unici numeri disponibili li riportano le testate invitate alla conferenza stampa avvenuta due giorni fa), il sindaco Settimo Nizzi spiega perché non dà i numeri dei contagi Sars-Cov-2 a Olbia. Secondo il primo cittadino olbiese, un'eccesso di informazioni potrebbe dare un falso senso di controllo della situazione.

"Si è tenuta una conferenza stampa in cui ho spiegato la ragione per la quale non vengono informati costantemente i nostri concittadini sui numeri relativi alla situazione epidemiologica nel nostro Comune: i dati sono importanti, ma a patto che quelli diffusi siano sempre veritieri e puntuali. In questa situazione emergenziale, non mi sembra il caso di fare la corsa a diffondere dati diversi da quelli ufficiali che, spesso, purtroppo, non arrivano dagli enti preposti, nonostante le continue sollecitazioni da parte mia, in qualità di autorità sanitaria locale", spiega il sindaco Nizzi.

Insomma, il sindaco ha dei numeri, ma - a giudicare dal virgolettato riportato dalla Nuova Sardegna ("L’affidabilità dei dati trasmessi dall’Ats agli enti locali è pari a zero. Si fanno tanti tamponi ma non vengono inseriti nelle liste, c’è un grossissimo rallentamento dei dati") - non li riterrebbe così affidabili, tant'è che i pochi numeri resi noti in conferenza stampa risalgono al 5 ottobre.

"Ad ogni modo, attualmente, c'è un eccesso di informazioni, siamo costantemente bombardati da ogni parte sull'argomento, e questo rischia di distoglierci dalla cosa più importante, ovvero la responsabilità individuale, il rispetto di alcune semplici regole, come l'uso della mascherina, il distanziamento e la frequente igienizzazione delle mani. La corsa alle informazioni sulla diffusione del Covid-19 in città contribuisce a generare un falso senso di controllo della situazione, ma occorre innanzitutto essere responsabili e rispettare con estremo rigore le prescrizioni e i comportamenti corretti, inclusi quelli dettati dall'ultimo Dpcm", conclude il sindaco.

Ci viene spontanea una domanda che rivolgiamo direttamente al primo cittadino: l'assenza di informazioni puntuali e corrette cosa può generare?

https://www.facebook.com/settimo.nizzibis/posts/3344547868969242?cft[0]=AZW7pd8WO2VsgahcwWgR2X4ZcXdGcMctQ7806dnHtI2GArhmxrrb_TYi-28VclvJrhMkZkrlANBdhhDAHkC02keP4xPGzNYuATPILMUizPYQPKLSqlRsmDRGoIDh_sye4BkDsnFu6HuaHZkG3CmI3203RTyzZ3jBJGDDlVi7KrDzC_6lXczKqT4eIH2Jv2S4DzY&tn=%2CO%2CP-R