venerdì, 12 agosto 2022

Informazione dal 1999

Politica

Olbia, dietrofront su scuole in zona industriale. Corda: "si faccia in fretta"

L'annuncio di Nizzi, le reazioni

Olbia, dietrofront su scuole in zona industriale. Corda:
Olbia, dietrofront su scuole in zona industriale. Corda:
Olbia.it

Pubblicato il 02 gennaio 2022 alle 14:18

condividi articolo:

Olbia. Il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, ha annunciato che le scuole non verranno trasferite in zona industriale, ma che è allo studio un "campus" scolastico in zona Bandinu, precisamente in via Vicenza dove esiste già un istituto comprensivo insieme al Deffenu.

Soddisfatto della decisione Gianluca Corda, dirigente scolastico dell'Ipia Amsicora e consigliere comunale: da mesi il mondo della scuola chiedeva di riconsiderare il trasferimento nell'area produttiva (periferica) olbiese.

"Dopo due anni e mezzo di dibattito, non posso che commentare con un segno di approvazione, davanti alla scelta del sindaco di Olbia di intervenire con la Provincia per superare due anni di stallo, dovuto ad un noto problema di natura urbanistica, per individuare all’interno della città un’area dove programmare la costruzione del cosiddetto Polo dei Licei, finanziato da due anni dalla Regione Sardegna che comprende l’IPIA e le altre scuole in zona HI4 (Liceo Classico e Liceo Scientifico). Un decisione che, prima ancora della scelta del “dove”, scongiura il rischio di perdita di importante risorse, da me denunciata in tantissime occasioni, cercando di risolvere per il futuro un problema grandissimo di carenza di spazi nelle scuole superiori", afferma Corda.

"Una proposta, quella di individuare la scuola dentro la città, condivisa e approvata anche dal nostro istituto, oltre che dal sottoscritto, le cui componenti tutte (personale, alunni e famiglie) già più di un anno fa, attraverso un sondaggio interno all’IPIA Amsicora, avevano dichiarato di preferire la costruzione della nuova scuola dentro la città anziché in zona industriale quasi all’unanimità. Dati del “sondaggio” immediatamente comunicati alla Regione e alla Provincia, in una riunione del febbraio 2021. Adesso spero, che risolto il problema della destinazione, si faccia in fretta, nell’interesse dei ragazzi e delle famiglie olbiesi, intercettando le importanti risorse a disposizione. L’intervento potrà, non appena realizzato, far cessare quell’emergenza di edilizia scolastica nelle scuole secondarie superiori denunciata qualche settimana fa insieme ai colleghi Dirigenti Scolastici.
Mi metto a disposizione della Provincia e del Comune, come Dirigente Scolastico dell’Amsicora, per la redazione congiunta del DPP (documento preliminare alla progettazione) per la parte didattica e formativa che compete alle scuole", conclude il dirigente scolastico olbiese.