giovedì, 28 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Eventi, Annunci

Olbia: con il Labint un mondo di fiabe per l'integrazione

Olbia: con il Labint un mondo di fiabe per l'integrazione
Olbia: con il Labint un mondo di fiabe per l'integrazione
Olbia.it

Pubblicato il 25 gennaio 2020 alle 13:09

condividi articolo:

Olbia, 25 gennaio 2020 - Nuovo interessante progetto targato Labint, l'associazione culturale olbiese guidata da Tonino Cau da anni impegnata in prima linea con progetti di carattere sociale. Stasera e domani il Labint ha preparato per la Citta di Olbia “Raccontiamoci una fiaba: conoscersi attraverso i mondi immaginari”, un progetto sull’identità condivisa tra immigrati e galluresi. Come? Confrontandosi con il mondo delle fiabe attraverso la splendida realtà di una pièce teatrale. Non c’è realtà fantastica che la scena teatrale non trasformi in realtà concreta, viva e operante in mezzo alla nostra vita quotidiana tra i vicini di casa e, allo stesso tempo, con uno sguardo lungo a posarsi sulle realtà dei cinque continenti e dell’universo intero.
Sabato 25 Gennaio 2020 alle ore 21.00 e domenica 26 Gennaio 2020 , alle ore 18.30, presso il teatro “I Senza Quinte”, si leggeranno fiabe e leggende sarde e di Paesi lontani: Ucraina, Messico, Eritrea, Russia, Cuba. Le fiabe sono una delle forme più antiche di comunicazione presente in tutto il mondo, arrivano al cuore e alla mente e contribuiscono ad accrescere la conoscenza reciproca e delle tradizioni locali. I racconti, pur nella loro varietà di linguaggio, situazioni e ambienti, sono legati tra loro dai valori universali che trasmettono. Anche in Gallura le storie, li foli, raccontate dagli anziani negli stazzi, la sera vicino al focolare, rappresentano un veicolo di trasmissione di cultura e valori. La rappresentazione è l’evento conclusivo di un progetto ideato e realizzato dall’Associazione Labint che ha voluto creare occasioni di incontro, promuovere la socializzazione interetnica e valorizzare culture diverse, considerate fonte di arricchimento. Il laboratorio di lettura espressiva sarà condotto dall'attore Claudio Laconi, fondatore della compagnia teatrale “I senza quinte”, il progetto è finanziato dalla Fondazione di Sardegna.
L'evento è ad ingresso gratuito.