martedì, 19 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia con Bitti: in poche ore riempito un camion di aiuti

Olbia con Bitti: in poche ore riempito un camion di aiuti
Olbia con Bitti: in poche ore riempito un camion di aiuti
Angela Galiberti

Pubblicato il 01 dicembre 2020 alle 13:38

condividi articolo:

Olbia, 01 dicembre 2020 - Bitti chiama, Olbia risponde e non potrebbe essere altrimenti: a pochi giorni dalla tragedia che ha colpito il paese gioiello del nuorese, i cittadini olbiesi si sono mobilitati in massa per aiutare la comunità guidata dal sindaco Giuseppe Ciccolini. Intorno all'ora di pranzo è partito un camion pieno di aiuti organizzato da Bibite Laconi: camion carico d'acqua che, però, grazie alla generosità di tanti cittadini è stato riempito anche di altri beni di prima necessità.

In ordine sparso, ma con grande amore e spirito solidale, gli olbiesi e le olbiesi si sono rimboccati e rimboccate le maniche per dare un aiuto concreto al Comune di Bitti. Olbia, crocevia di mille culture regionali e internazionali, ha nel suo cuore una nutrita comunità di olbiesi di origine bittese. Persone laboriose, schiette, che oggi tornano nel paese natio per aiutare chi è rimasto, per aiutare la famiglia, amici e parenti più o meno stretti. Il legame di sangue non è l'unico filo che unisce Olbia a Bitti: la Gallura ha da sempre un forte legame con il nuorese, ma è anche la storia recente che unisce queste comunità. Nel 2013, il ciclone Cleopatra ha prima devastato l'area di Bitti e poi si è mosso verso la Gallura, devastando Olbia. Sabato scorso si stava ripetendo lo stesso schema, ma per un fortuito gioco di venti la perturbazione ha scaricato a mare, depotenziandosi una volta arrivata all'altezza del Nord-Est Sardegna.

Lo scampato pericolo permette, oggi, alla comunità olbiese di aiutare chi, invece, non è stato risparmiato dalla furia del ciclone mediterraneo. Non ha un nome questo ciclone, ma la devastazione provocata è stata superiore a quella di Cleopatra e del dannato 2013.

Cronaca

Cronaca