Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Olbia, auto nella piazza di San Simplicio: parla don Tamponi

Le dichiarazioni di don Antonio Tamponi

Olbia, auto nella piazza di San Simplicio: parla don Tamponi
Olbia, auto nella piazza di San Simplicio: parla don Tamponi
Giada Muresu

Pubblicato il 03 June 2023 alle 07:00

condividi articolo:

Olbia. Il parroco di San Simplicio, don Antonio Tamponi, ha pubblicato ieri mattina un video dalla durata di circa dieci minuti nel quale rispondeva e spiegava la sua posizione riguardo un articolo uscito in edicola ieri sul quotidiano La Nuova Sardegna. Il tema? Le auto parcheggiate nel sagrato della chiesa.

La questione è stata portata in consiglio comunale, in una interpellanza del gruppo "Liberi e insieme" con primo firmatario Davide Bacciu e si torna nuovamente a parlare della gestione del piazzale, dei parcheggi e della tutela della basilica di San Simplicio.

Da tempo la piazza viene chiusa con la catena e solamente in alcune occasioni eccezionali viene permesso l'accesso alle auto, per esempio nei casi delle persone con disabilità per dare l'opportunità di assistere alla messa, o l'ingresso delle vetture quando vengono celebrati i riti religiosi come funerali o matrimoni. Per il resto - come conferma don Tamponi - "le auto non entrano nella piazza. Anche ieri mattina in occasione delle cresime così come il mese scorso per le comunioni, per evitare una invasione tragica di macchine, si è stabilito di farle a catena chiusa. La mattina la piazza San Simplicio è chiusa da almeno due mesi perchè si parcheggiavano le auto dei genitori che accompagnavano i figli a scuola, il tutto causava un grosso danno. La verità è che ci sono davvero pochi parcheggi nella zona, però anche l'Aspo aveva offerto la propria disponibilità (per i posteggi sotto la basilica ndr) nel momento della santa messa".

"Se si mettesse in funzione l'ascensore che dai parcheggi porta alla piazza, anche le persone con disabilità potrebbero lasciare l'auto lì, senza dover entrare nel sagrato. La chiesa è il simbolo di Olbia, ma è soprattutto un luogo di culto e bisogna trovare la quadra per tutelare la basilica e l'area circostante".

Prosegue don Tamponi: "Sono disponibile ad un dialogo con il sindaco Settimo Nizzi e il direttore dell'Aspo Massimo Putzu, non solo per la questione parcheggi ma anche per decidere sulla viabilità di San Simplicio quartiere".