giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Economia, Bianca, News

Isola Bianca, dopo 30 anni addio alla Sinergest: confermati tutti gli appalti

Aggiudicazione definitiva

Isola Bianca, dopo 30 anni addio alla Sinergest: confermati tutti gli appalti
Isola Bianca, dopo 30 anni addio alla Sinergest: confermati tutti gli appalti
Angela Galiberti

Pubblicato il 05 maggio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Trent'anni di storia che finiscono: così si può sintetizzare ciò che ormai è cristallizzato nel porto di Olbia. All'Isola Bianca non c'è più la Sinergest: la storica società nata per gestire i servizi del porto olbiese nella cui compagine societaria vi è anche il Comune di Olbia. L'appalto in tre lotti bandito dall'Autorità di Sistema Portuale Mare di Sardegna è stato aggiudicato definitivamente: il documento, che dice fine all'era Sinergest in modo ufficiale, è stato pubblicato sull'albo pretorio il 3 maggio.

Il lotto più importante, anche per la Sinergest, era il primo denominato “Servizio di accoglimento, ricezione, smistamento ed instradamento dei veicoli che transitano, sia in arrivo che in partenza dalle navi, dal pontile Isola Bianca di Olbia”. Le offerte pervenute sono state solo due e a vincerlo è stata l'azienda Italservizi con sede a Roma. Il valore totale del lotto è pari a 3,2 milioni di euro.

Il secondo lotto riguardava un altro servizio molto importante: “Servizio di bus navetta interno all’area ad accesso ristretto del Pontile Isola Bianca di Olbia dedicato ai passeggeri in arrivo, in partenza ed in transito”. Cinque le aziende che si sono sfidate per ottenere il servizio che un valore di 872 mila euro. L'ha spuntata un'azienda olbiese, la Sun Lines Elite Service Srl. Infine, il terzo lotto dedicato al “Servizio di informazioni, di deposito bagagli e di assistenza a favore dei passeggeri in arrivo, in partenza ed in transito dal Pontile Isola Bianca di Olbia”. Anche qui, due aziende in gara e una vincitrice: la Sviluppo Perfomance Strategia Srl, con sede a Olbia, che è la capogruppo. Valore dell'appalto? 697 mila euro. Sinergest aveva provato a portare tutto davanti al Tribunale amministrativo, contestando all'Autorità portuale diverse cose, tra cui delle condizioni che non avrebbero permesso la predisposizione di un'offerta ragionevole. Il Tar, alla fine, ha dato ragione all'ente portuale e ha dichiarato inammissibile il ricorso della Sinergest.