mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Generale

Il mare in autunno: la spiaggia della Pelosa

Il mare in autunno: la spiaggia della Pelosa
Il mare in autunno: la spiaggia della Pelosa
Patrizia Anziani

Pubblicato il 15 novembre 2020 alle 17:39

condividi articolo:

Olbia, 15 novembre 2020- Prosegue l'avventura con Sardegna Oltre La Cima. Il drone dell'olbiese Manuel Braccu questa volta vi accompagna alla scoperta della bellissima spiaggia della Pelosa ubicata nel territorio di Stintino, una visione che affascina anche in autunno regalando anche il desiderio di tuffarsi nelle sue fresche e chiare acque.

Stintino, o Isthintinu in dialetto sassarese, significa budello ed è così che chiama questo borgo fondato nel 1806. Un tempo abitato da pescatori e pastori, venne costruito su un magnifico fiordo che dall’alto sembra voler protendersi in un abbraccio verso la vicina Isola dell’Asinara. Stintino è oggi una rinomata meta turistica della costa nord occidentale della Sardegna. In appena 31 km di costa sono tantissime le cose che la natura ha donato a questo luogo. Certamente fra le più famose c’è la spiaggia simbolo di Stintino: la Pelosa.

Il litorale della Pelosa è sicuramente uno tra i più apprezzati dell'Isola, meta prediletta dei turisti provenienti da tutto il mondo, è diventato negli anni una vera e propria icona del mare in Sardegna.

A fungere da protagonista che regala un panorama esclusivo la suggestiva torre cinquecentesca che si conserva quasi intatta su un isolotto proprio di fronte alla costa.

La spiaggia della Pelosa sorge ai piedi della collina della Crocetta e presenta una sabbia finissima e bianca che regala i colori e le emozioni che richiamano i paesaggi delle isole caraibiche o polinesiane. Le acque trasparenti di un azzurro chiaro quasi accecante lambiscono la lunga curva di sabbia color avorio.

Questa oasi sarda si trova proprio dietro la piccola cittadina di Stintino, subito prima di Capo Falcone. Lunga 270 metri, la Pelosa presenta acque poco profonde e pulite, rendendola ideale per famiglie e bambini, ma se ci si sposta di qualche metro, le acque diventano perfette per i nuotatori esperti. La Torre del Falcone sorge in cima all'omonimo promontorio a 189 metri sul livello del mare proprio di fronte a un'altra perla dal punto di vista naturalistico ambientale: l'isola dell'Asinara. Ma ora lasciamo spazio alle immagini, anche per oggi vi salutiamo e vi auguriamo buona visione. La Sardegna è Vita...

©Sardegna Oltre la Cima di Manuel Braccu

Testo P. A. e M.B.