Tuesday, 27 February 2024

Informazione dal 1999

Calcio, Sport

Golfo Aranci, il ritorno in campo di Erika Campesi

La calciatrice firma con la P.G. Jasnagora per la seconda parte del campionato di Serie B

Golfo Aranci, il ritorno in campo di Erika Campesi
Golfo Aranci, il ritorno in campo di Erika Campesi
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 11 February 2024 alle 06:00

condividi articolo:

Golfo Aranci. La giocatrice Erika Campesi, nota sia a livello locale che non, dalla brillante carriera nel mondo del calcio femminile nazionale ed internazionale e dalle tante esperienze con squadre differenti, dopo una pausa dallo sport, durante la quale aveva deciso di dedicarsi ad altri ambiti della sua vita, ritorna in campo, questa volta firmando con la maglia della P.G. Jasnagora, squadra che, al momento, milita in serie b del calcio a 5 nel campionato nazionale. Erika giocherà per la seconda parte del campionato, apportando un arricchimento alla squadra, in quanto preziosa risorsa, grazie non solo alla sua ricca esperienza, ma soprattutto alla grande passione e dedizione che da sempre la lega al pallone.

Nel suo curriculum sportivo: l’ultimo biennio con l’Arzachena, con cui ha giocato due campionati di Serie A2 e, nel mondo del calcio, la maglia delle squadre di Olbia, Caprera, Ravenna e Jesi; vanta inoltre un’esperienza in Premier League con il West Ham e scudetto e Supercoppa vinti con la Torres a soli 19 anni.

Con queste parole, la calciatrice esprime il suo entusiasmo per il nuovo ruolo: “Quando la passione è forte non c’è nulla da fare: prima o poi vince e ritorni in campo, anche se avevi altri progetti. Ho ricevuto diverse richieste in questi mesi sia per il calcio a 11 che per il calcio a 5, ma mi sono convinta solo qualche settimana fa, grazie alla proposta della Jasnagora, della quale mi hanno colpita il progetto e l’ottimo approccio nei miei confronti, oltre alla grande possibilità che offre, essendo una bella piazza in cui poter migliorare in questo sport, per me quasi nuovo, in quanto lo pratico solo da pochi anni. Appena arrivata mi sono sentita subito accolta sia dalla società che dalle mie compagne di squadra e non vedo l’ora di intraprendere questa esperienza sia per una crescita personale, per imparare il più possibile da loro e dall’allenatrice Alejandra Argento (a mio parere davvero preparatissima) e sia per dare il mio contributo alla squadra per questa seconda metà di campionato”.

I progetti futuri di Erika rimangono un mistero, ma quasi sicuramente, dato il suo grande amore per il calcio, regalerà ai tifosi tante altre interessanti sorprese.