lunedì, 08 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Geovillage: conto alla rovescia per il suo futuro

Le chiavi della soluzione tra Tribunale e Cipnes

Geovillage: conto alla rovescia per il suo futuro
Geovillage: conto alla rovescia per il suo futuro
Angela Galiberti

Pubblicato il 22 gennaio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Che il Geovillage chiuso sia una grave perdita per il territorio è un dato di fatto: posti di lavoro persi, eventi e congressi saltati, manifestazioni sportive dirottate, offerta ricettiva diminuita. Avere una struttura di quel tipo con le porte chiuse è un danno per tutti e la soluzione non è semplice. Tutto è appeso a pochi fili, molto sottili. Il Tribunale fallimentare deve esaminare il piano di rientro del debito presentato dalla Real Effegì che dal 31 dicembre 2020 non gestisce più la struttura. In corso vi è anche l'indagine della Procura su una presunta turbativa d'asta e infine vi è la procedura di riacquisizione avanzata dal Cipnes, che vuole rientrare in possesso delle aree (espropriate a suo tempo).

Nel frattempo, le attività che facevano campo alla struttura olbiese sono ferme o sono in grossa difficoltà. L'Olbia Calcio, che faceva affidamento sui campetti del Geovillage, ha mosso un appello nei confronti di chiunque possa riaprire la struttura sportiva per consentire alla squadra e alle attività giovanili di continuare. Al momento, lo stop al Geovillage coinvolge 350 giovani, prima squadra compresa, costretti a una "transumanza" sportiva a Golfo Aranci. La società olbiese ha chiesto ufficialmente di poter usare i campi in via transitoria e ha manifestato il suo interesse per una gestione pluriennale delle stesse. Presumibilmente, prima di una nuova gestione, solo il Tribunale dovrebbe poter sbloccare la situazione (che coinvolge, per altro, anche il tennis e non solo il calcio).

Il primo marzo scade il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse per la struttura Geovillage. Oggetto del bando è l'intera struttura nel suo complesso: campi da calcio, campi da tennis, piscina sportiva, palazzetto, albergo, club house. Solo l'albergo centrale conta su poco meno di 20.000 metri quadri di superficie commerciale.

La club house (che nei suoi spazi ha anche albergo, centro fitness e ristorante) ha una superficie commerciali pari a 8.380 metri quadri. Il centro nuoto, invece, 4.337 metri quadri. Il palasport, centro di tanti eventi e sfide sportive, ha ad disposizione 3.550,96 mq. A queste bisogna aggiungere il centro tennis e i campi da calcio.

Non resta che aspettare il 1° marzo con le manifestazioni di interesse: due sarebbero i fondi esteri interessati alla struttura.