sabato, 16 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Tempio, funghi tossici: tre ricoverati

Tempio, funghi tossici: tre ricoverati
Tempio, funghi tossici: tre ricoverati
Olbia.it

Pubblicato il 24 ottobre 2018 alle 14:49

condividi articolo:

Tempio, 24 Ottobre 2018 -Con l'arrivo della stagione autunnale la natura ci offre, senza risparmiarsi, i suoi frutti più invitanti. Tra questi, risultano essere particolarmente apprezzati in cucina i funghi. Si tende molto spesso però a farne uso con leggerezza , dimenticando che la raccolta sul territorio, deve essere effettuata sempre da coloro che ne conoscono le varie tipologie e che sono in grado di distinguerne quelli di natura altamente tossica per l'uomo. La passeggiata tra i boschi, ha molto spesso come fine ultimo la ricerca di funghi ad uso domestico- conviviale, ma l'entusiasmo della ricerca talvolta induce ad una raccolta non sempre consapevole.

A tal riguardo sono tre le persone che sono rimaste intossicate dopo aver mangiato i funghi a Tempio in queste ultime ore. Una donna di 90 anni e i suoi due figli gemelli di 51 pare abbiano raccolto dei funghi e poi consumati, senza però averne verificato la tossicità. Hanno lamentato sin da subito i primi sintomi, nausea e vomiti, e con il passare del le ore le loro condizioni sono peggiorate in modo preoccupante.

Trasportati d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Paolo Dettori, i medici hanno immediatamente dedotto il responsabile del malessere: un'intossicazione da funghi velenosi.

La signora anziana, per la sua l’età, è stata trasportata in emergenza con l’elisoccorso all’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia.

Le condizioni dell’anziana, stando a quanto si è appreso dal bollettino medico, sarebbero stazionarie, anche se ancora di una certa gravità. I figli della stessa risultano essere tuttora ricoverati all’ospedale di Tempio.

Ci auguriamo che tutto si risolva al più presto senza gravi conseguenze, auspicandoci che episodi del genere risultino essere sempre meno frequenti. Un po' più di attenzione nella raccolta, di questo delizioso frutto della stagione autunnale, sarà d'obbligo al fine di garantire banchetti deliziosi in compagnia, senza pericolose corse in ospedale dopo i pasti.

Cronaca

Cronaca