Da 869 giorni 23 ore 3 minuti 31 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Sardegna Salute

Sardegna, inquinamento: microplastiche nel piatto di crostacei

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Olbia, 12 novembre 2019 –   Da quanto emerge dalle ultime ricerche pare che annualmente vengano riversate nelle acque dei nostri mari,  dalle  5 alle 13 milioni di tonnellate di plastica.

La forza degli elementi  riesce a trasformare questa materia inquinante  in minuscoli frammenti, ormai entrate nel linguaggio comune come  microplastiche.

Studio Dentistico Satta 300

Purtroppo le piccole dimensioni della plastica ne favoriscono l’assunzione da parte degli  organismi marini  sia che popolino la superficie che le  profondità abissali. Ed è il caso questo di gamberi e scampi che da consuetudine troviamo sulle nostre tavole.

Di recente un  gruppo di docente e  ricercatori  del dipartimento di scienze della vita e ambiente dell’università di Cagliari,  unitamente  con quelli dell’università Politecnica delle Marche, hanno riscontrato  la presenza di microplastiche in due specie di crostacei che sono stati  prelevate in acque sarde. E’ stata riscontrata un’impressionante contaminazione data da ben  413 particelle trovate nello scampo e 70 nel gambero.

Il polietilene che costituisce la maggior parte degli imballi  e della   plastica monouso, e il  polipropilene  comunemente utilizzato  per i tappi delle bottiglie o le capsule del caffè sono risultati essere in grande quantità.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Environmental Pollution. Gli studiosi  confermano che i dati sono alquanto allarmanti ed ora non resta che studiare se le plastiche possano entrare a far parte della catena alimentare marina, e  quali effetti  produrre una volta introdotte negli organismi umani.

E’ come se la natura ci stesse inviando un avvertimento in cui ci mette in guardia che tutto quello che noi immettiamo nell’ambiente possa ritornarci anche in maniera subdola nei nostri piatti. Che sia un segno di avvertimento?

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

Prink 1400
In Alto