venerdì, 07 maggio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Ricette d'autunno: tutti centenari con il minestrone sardo

Ricette d'autunno: tutti centenari con il minestrone sardo
Ricette d'autunno: tutti centenari con il minestrone sardo
Laura Scarpellini

Pubblicato il 07 novembre 2020 alle 18:17

condividi articolo:

Olbia, 8 novembre 2020 - Da sempre immancabile sulla tavola italiana durante la stagione fredda, è il minestrone. Il piatto unico per eccellenza è tra i pochi che sicuramente mette d'accordo chi predilige le verdure, chi ama la pasta e chi preferisce il gusto delle carni.

La Sardegna da tempo viene studiata sotto il profilo dell'alimentazione, per via della sua concentrazione di centenari nella popolazione. Gli studi condotti da diverse università americane hanno accertato le qualità dei cibi locali poco raffinati e coltivati con metodi tradizionali, che concorrono alla longevità dei sardi.

Spesso le ricette contadine con i prodotti locali, combinano tra loro i fondamentali principi nutritivi, tanto da suggerire quasi una sorta di minestrone della longevità,.

Attraverso sardegnainblog.it cogliamo un suggerimento per le nostre tavole invernali in cui andranno prediletti prodotti sardi a chilometro zero, rigorosamente di stagione o biologici. Insomma per questo piatto sono banditi i prodotti chimici e i surgelati.

Per quattro 4 persone bisognerà reperire quanto segue:1/2 tazza di fave secche, 1/2 tazza fagioli secchi, 1/3 tazza di ceci secchi,7 cucchiai di olio extra vergine di oliva,1 cipolla media gialla o bianca,2 carote medie,2 zucchine,2 gambi di sedano,2 cucchiaini di aglio,1 tazza di passata di pomodoro, 3 patate gialle medie, 1½ tazza di finocchio, 1 mazzetto di prezzemolo fresco tritato,foglie di basilico fresco q.b,2/3 tazza di fregula sarda,1/2 cucchiaino di sale,1/2 cucchiaino di pepe nero.

Il procedimento si rifà alla preparazione di un qualunque minestrone mettendo a bagno in acqua fave, fagioli e ceci in acqua dalla sera prima o per tutta la notte. Scolare quindi e risciacquare bene. Scaldare 3 cucchiai di olio d’oliva in una grande pentola aggiungendo la cipolla, le carote, il sedano mescolando spesso, per circa 5 minuti. Aggiungere l’aglio e far cuocere per altri 20 secondi circa. Mescolare pomodori, patate, finocchio, prezzemolo, basilico a fagioli e ceci scolati. Aggiungere circa 8 bicchieri d'acqua in maniera da sommergere tutte le verdure da almeno un dito d’acqua. Portare a bollore e poi lentamente senza coperchio, fino a quando i fagioli diventano teneri, aggiungendo ancora acqua se necessario o se la miscela diventa troppo densa. La preparazione dovrebbe essere circa di 1 ora e mezza. A questo punto si potrà aggiungere la pasta, regolando con il sale e il pepe. Continuare la cottura sempre senza coperchio regolando con dell'acqua in aggiunta , fino a quando la pasta raggiungerà la cottura. Condire con olio extravergine di oliva e formaggio secondo il proprio gusto.

Il sito rimanda questa ricetta alla famiglia Melis di Perdasdefogu che da anni detiene il primato di essere il nucleo familiare più longevo al mondo con ben 8 componenti che sommano 745 anni circa.

Questa ricetta è sbarcata negli Stati Uniti grazie al giornalista americano Dan Buettner autore del libro:“The Blue Zones Solution: Eating and Living Like the World’s Healthiest People“, del National Geographioc Society.

Non ci resta che approfittare dunque della stagione in corso per adottare questa ricetta gustosa, che ci regalerà il vero sapore della Sardegna, con l'auspicio di riuscire a viverla per lunghissimo tempo. Buon appetito.