giovedì, 21 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, merce contraffatta sui bus per Porto Istana: ingente sequestro

Olbia, merce contraffatta sui bus per Porto Istana: ingente sequestro
Olbia, merce contraffatta sui bus per Porto Istana: ingente sequestro
Angela Galiberti

Pubblicato il 23 luglio 2013 alle 16:32

condividi articolo:

gianni-serra

Olbia - Da quando è iniziata la stagione estiva, Olbia è diventata il centro di smistamento e vendita della merce contraffatta più importante del Nord-est Sardegna. Un mercato floridissimo, in Estate, che si regge sulla presenza dei turisti e sulla manodopera extracomunitaria che, ogni anno, invade la città. E' un fenomento tutto particolare, questo, che la Polizia Locale di Olbia - guidata dal Comandante Gianni Serra (in foto) - ha deciso di contrastare con azioni mirate e capillari. Da settimane il Nucleo anticontraffazioni gira in lungo e in largo le spiagge olbiesi alla ricerca della merce contraffatta sequestrando ingenti quantitativi di questi articoli. Un lavoro certosino e neanche troppo semplice che, però, sta dando notevoli soddisfazioni al Comando olbiese. L'ultima operazione in tal senso è avvenuta martedì mattina, ad Olbia. Anche questa volta gli agenti olbiesi hanno sequestrato un enorme quantitativo di merce contraffatta. Ma, rispetto agli altri sequestri, questo non è avvenuto in spiaggia bensì sopra i bus dell'Aspo. "Negli ultimi giorni forti proteste sono giunte dai fruitori dei mezzi del trasporto pubblico che collegano la città alle spiagge - ha raccontato il comandante della Polizia Locale, Gianni Serra - i quali hanno denunciato l’impossibilità di servirsi dei bus diretti nei litorali poiché i medesimi mezzi sono sistematicamente presi d’assalto dai venditori ambulanti che con le loro mercanzie occupano ogni spazio, impedendo l’accesso a chiunque altro". La richiesta di aiuto non poteva rimanere inascoltata, così questa mattina gli agenti olbiesi hanno dato il via ad una importante operazione sul bus Aspo che porta a Porto Istana. "L’operazione più significativa, che ha portato al sequestro di capi di abbigliamento, borse, occhiali, orologi per complessivi oltre mille pezzi, si è realizzata durante un controllo effettuato sull’autobus di linea Aspo che collega Porto Istana alla città - ha sottolineato Gianni Serra - gli agenti hanno seguito il mezzo affollato di ambulanti privi di licenza. Il bus è stato fermato all’ingresso della città e gli agenti hanno effettuato un controllo capillare su tutti i borsoni che erano stati stipati in ogni angolo del veicolo". Il risultato è stato un ingente sequestro di merce contraffatta (foto di copertina), nonchè diverse denunce agli ambulanti senza licenza.

Cronaca

Cronaca