martedì, 28 settembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Olbia, Lungomare Redipuglia: indagati Nizzi, Fatigati e Zanda

Nuovo passo della Procura di Tempio Pausania

Olbia, Lungomare Redipuglia: indagati Nizzi, Fatigati e Zanda
Olbia, Lungomare Redipuglia: indagati Nizzi, Fatigati e Zanda
Angela Galiberti

Pubblicato il 02 agosto 2021 alle 12:28

condividi articolo:

Olbia. C'è una novità sul lungomare via Redipuglia e sulle indagini dedicate ad alcuni appalti in terra olbiese/gallurese portate avanti in stretto riserbo dalla Procura di Tempio Pausania: nel registro degli indagati sono stati iscritti tre nomi eccellenti. Si tratta del sindaco di Olbia Settimo Nizzi, dell'ex amministratore delegato dell'Apulia Srl Salvatore Fatigati e del dirigente del Comune di Olbia Antonello Zanda. La notizia è stata resa nota questa mattina dall'Unione Sarda in un articolo firmato dal cronista di giudiziaria Andrea Busia. Tra i reati ipotizzati ci sono turbativa d'asta e abuso d'ufficio. La Procura ha chiesto, infatti, l'estensione del periodo di indagine. Presumibilmente, l'attenzione dei magistrati tempiesi si sarebbe focalizzata sul Lungomare via Redipuglia (e su altre gare, tra cui la pista ciclabile fotovoltaica del Cipnes) intorno all'inizio del 2021, qualche mese dopo la pubblicazione della nostra inchiesta giornalistica nella quale ponevamo alcune domande al Comune di Olbia e al Consorzio industriale riguardanti i trascorsi giudiziari (freschissimi all'epoca delle gare d'appalto) dell'Apulia Srl: l'azienda fondatrice del Consorzio Stabile Sinergica che ha vinto le gare per il lungomare e la pista ciclabile fotovoltaica. Apulia Srl, in entrambi i casi, era indicata come "azienda esecutrice": all'epoca di tali gare si trovava in "gestione straordinaria" su disposizione Autorità Anticorruzione e Prefetto di Bari per un'inchiesta su presunti appalti truccati denominata Pura Defluit. Secondo quanto riportato dall'Unione, l'ex ad Fatigati - che nell'ambito di Pura Defluit (luglio 2017) era stato arrestato - si sarebbe occupato personalmente dell'appalto di via Redipuglia. Il 29 maggio sindaco Nizzi, davanti a centinaia di persone e in diretta streaming, lo ha invitato a salutare la città di Olbia durante l'inaugurazione del lungomare prima della Prefetta di Sassari: "Vorrei invitare Salvatore, in rappresentanza della ditta che ha realizzato i lavori". Fatigati non è amministratore delegato dell'Apulia Srl dai tempi di Pura Defluit, cioè da luglio 2017, quando al vertice è stata nominata una sua stretta parente: è rimasto socio dell'azienda fino a gennaio 2021, quando con una scissione  (data delibera del 22/01/2021 e data atto di esecuzione 9/4/2021) è uscito dalla compagine societaria e ha fondato un'altra Srl. A maggio, dunque, non faceva più parte della compagine societaria dell'azienda pugliese. Con l'estensione delle indagini e l'iscrizione nel registro degli indagati, la Procura può andare avanti per eseguire alcuni accertamenti ulteriori. L'attenzione dei magistrati non è solo per l'appalto di via Redipuglia, ma anche per altre gare.