Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Basket, Sport

Olbia, l'addio al basket di Gigi Datome: "20 anni pazzeschi"

L'annuncio

Olbia, l'addio al basket di Gigi Datome:
Olbia, l'addio al basket di Gigi Datome:
Olbia.it

Pubblicato il 08 July 2023 alle 09:44

condividi articolo:

Olbia. "Ciao a tutti ho un messaggio per voi, non ci sono modi facili di dire quello che devo dire quindi andrò dritto al punto.. smetto di giocare a basket, finisco con il basket giocato". Queste le parole del campione olbiese di pallacanestro Luigi Datome, che con un video pubblicato sulla pagina Instagram, girato all'interno della palestra della società Santa Croce di Olbia, ha voluto annunciare il suo addio al Basket giocato.

Dichiara Datome: "Sono passati vent'anni da quando giocavo in questo campo, e quando sono partito a 14-15 anni volevo scoprire se questo amore per la pallacanestro poteva diventare la mia vita. Avevo dei sogni ma non avrei mai potuto sognare tutto ciò che è successo: dieci anni in serie A, tra Siena, Scafati e Roma, l'ultimo anno alla Virtus, uno dei più belli della mia vita, non avrei mai potuto sognare di giocare per i Detroit Pistons e i Boston Celtics, non avrei mai potuto sognare di vivere anni indimenticabili a Istanbul nella squadra del Fenerbahce vincendo nove titoli, quattro Final Four di fila e l'Eurolega del 2017".

Prosegue Datome con un filo di emozione che inevitabilmente arriva nel ripercorrere tutta la carriera: "Non ho alcun rimpianto, ho giocato in squadre pazzesche, sono stato allenato da grandissimi allenatori, mi sono divertito tantissimo, sono stati vent'anni pazzeschi".

"Voglio continuare a segnare ancora un pò per questo faro un'altra estate indossando la maglia azzurra, la maglia più prestigiosa che ho indossato. Voglio continuare a sognare ancora per qualche mese". Nessun rimpianto ma "un cruccio c'è per non aver mai portato a casa una medaglia con la nazionale", allora il campione giocherà ai Mondiali 2023 che si terranno nelle Filippine.

"Voglio ringraziare l'Olimpia Milano per questi tre anni e dove rimango per aiutare la squadra in un altro modo. Un club prestigioso in Italia e anche in Europa".