Saturday, 20 April 2024

Informazione dal 1999

Cultura, Musica

Olbia, il nuovo singolo di Kidd Reo: “M’ama/Non M’ama”

Il giovane rapper protagonista della scena musicale olbiese dopo la recente esibizione a Casa Sanremo

Olbia, il nuovo singolo di Kidd Reo: “M’ama/Non M’ama”
Olbia, il nuovo singolo di Kidd Reo: “M’ama/Non M’ama”
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 25 February 2024 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Il giovane cantautore e produttore Alex Budroni, in arte Kidd Reo, sta acquisendo notorietà giorno dopo giorno, sino ad occupare un posto rilevante e da protagonista nel mondo del rap e della musica indie a livello locale e non. Ha infatti eseguito di recente una performance su richiesta esplicita del direttore Ciro Barbato a Casa Sanremo, in occasione dell’apertura del Palafiori alle scuole ad indirizzo musicale di tutta Italia durante l’ultima edizione del Festival. Alex avrebbe solo dovuto accompagnare il gruppo di studenti e solisti ma, alla fine, ha accettato la proposta del Maestro Barbato e si è esibito in diretta TV e Streaming, catturando lo sguardo di produttori e discografici di alto livello, e ottenendo da loro feedback estremamente positivi, complimenti e grande apprezzamento. Kidd Reo, nonostante la sua giovane età, ha dimostrato spiccate capacità tecniche vocali e nella scrittura, insieme ad una grande padronanza del palco, esibendosi a Casa Sanremo da vero professionista che sa come conquistare il suo pubblico. Il brano da lui scelto per questa performance, il suo nuovo singolo, spoilerandolo appena pochi giorni prima dell’uscita ufficiale: “M’ama/Non M’ama” (ascolta qui), ora disponibile su tutte le piattaforme musicali digitali.

“M’ama/ Non M’ama” è un brano romantico, un pezzo che parla di una relazione fatta di dubbi, del non sapere mai che cosa aspettarsi dalla persona che si ha affianco. Il singolo esce sotto etichetta YVL ed è stato prodotto dallo stesso Kidd Reo, insieme al producer estero Tony Scott. “Chi ha seguito il mio percorso all’interno di Casa Sanremo ha sentito una piccola anticipazione di questo singolo ed è stato un vero onore presentarlo in un contesto di tale calibro. – Riferisce Alex, e continua a raccontare la sua esperienza al Palafiori - Sono entrato in questo sogno di Casa Sanremo grazie al mastro Ciro Barbato, il quale mi ha mi ha offerto un’occasione straordinaria che non ho potuto non accettare, accogliendola a braccia aperte. Ho avuto la fortuna di vivere la suggestiva realtà di Sanremo fin da bambino, grazie a mio padre (Giovanni Budroni), ma devo ammettere che ritornare nella città oggi, con una testa e una voglia di fare diverse e soprattutto da protagonista, è stata un’esperienza unica, di cui conserverò per sempre il ricordo e le emozioni, cercando di far sì che rappresenti un punto fondamentale per continuare il mio progetto musicale con sempre maggior entusiasmo”.

Alex è un ragazzo talentuoso, sicuro di sé, ma allo stesso tempo con i piedi per terra e dotato di una qualità più unica che rara al giorno d’oggi nel suo ambiente: l’umiltà di chi si presenta al pubblico nella trasparenza e nella vulnerabilità dell’esporsi in prima persona, in quanto i suoi brani rispecchiano ciò che possiede dentro e vive, per la sola esigenza di esprimersi attraverso la musica e condividere ciò che pensa, accettando le critiche costruttive, ma allo stesso tempo, rischiando anche di non avere un consenso univoco, senza ricercarlo a tutti i costi. Avendo respirato la musica da sempre in famiglia, dimostra una grande padronanza nelle performance e affronta con molta tranquillità le esibizioni. A proposito di questo ci rivela: “Il palco è il mio habitat naturale: non mi spaventa. Vivo le esibizioni con molta calma, stranamente senza ansia, pur essendo consapevole di essere visto, ascoltato ed esposto al giudizio. Prima di esibirmi provo una sorta di “apatia”, una tranquillità che, paradossalmente, mi dà la carica per sprigionare poi la massima energia sul palco. Lì su mi sento completamente me stesso, nel mio mondo e cerco di trasmettere all’esterno ciò che sento dentro, con il solo intento di far ritrovare anche altri in ciò che cerco di esprimere. Ho iniziato a scrivere proprio per questo, come conseguenza, dopo aver capito che tante persone si sarebbero potute rispecchiare in ciò che provavo io”.

Insomma, un artista che non scende a compromessi, se ciò significa stravolgere il suo modo di fare musica, ma consapevole di doversi impegnare e dare sempre il massimo per migliorarsi giorno dopo giorno e conquistare il suo pubblico, nella dimostrazione della produzione di una musica oggettivamente di qualità per testi e strumentali: “Ho messo piede ieri nel mondo della musica e sto appena iniziando il mio percorso. Sto procedendo in questo cammino a piccoli passi, desideroso di imparare il più possibile e di lasciare un segno in chi mi ascolterà. - Confessa il giovane rapper e conclude – Per me l’uscita del nuovo singolo M’Ama/Non M’ama rappresenta un nuovo inizio e l’opportunità di far capire la mia identità musicale. Mi ero ripromesso di non focalizzarmi su sonorità precise, ma di sperimentare il più possibile e con questa canzone ho voluto esternare emozioni che vivo personalmente; anzi, se devo dirla tutta, la storia di questo brano è reale al cento per cento: è infatti una traccia che nasce per dire ad una persona in particolare quello che provavo ma che, a distanza di tempo, ho sentito l’esigenza di condividere anche con tutti coloro che hanno un interesse verso di me e la mia musica. Voglio vedere M’Ama/ Non M’ama come un punto di svolta, un’evoluzione musicale a 360 gradi: d’ora in poi ogni uscita sarà diversa dalla precedente, ma sarà sempre comunque coerente con quello che cerco di portare. Il filo conduttore tra i miei brani sono e sempre saranno le emozioni e le esperienze di vita perché sono fermamente convinto che, nonostante ognuno di noi abbia un vissuto diverso, ci siano dei momenti in cui le nostre esperienze si incrociano tra di loro. Voglio che la mia musica sia in grado di far pensare alle persone “finalmente mi sento compreso”.