martedì, 15 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, food delivery: sempre più diffusi i riders dei colossi internazionali

Olbia, food delivery: sempre più diffusi i riders dei colossi internazionali
Olbia, food delivery: sempre più diffusi i riders dei colossi internazionali
Laura Scarpellini

Pubblicato il 15 novembre 2020 alle 13:05

condividi articolo:

Olbia, 15 novembre 2020 - Sempre più spesso sulle nostre strade di Olbia, vediamo sfrecciare riders alle prese con le consegne a domicilio. Il mondo del delivery è' in forte aumento, complice l'emergenza Covid che ha aperto anche in Sardegna nuovi scenari lavorativi. Da tempo però è motivo di discussione l'inquadramento fiscale di coloro che muniti di biciclette o motorini frecciano a tutta velocità sulle strade, per recapitare pasti caldi a domicilio. In un momento in cui il mondo della ristorazione locale arranca a causa delle restrizione imposte dall'emergenza sanitaria, la possibilità del delivery sembra essere uno spiraglio di ottimismo. La paga oraria di un riders è di circa 5 euro ed è ben cosa se si pensa al ruolo importante che questa figura professionale sta svolgendo in questo difficile momento per la ristorazione.A Olbia il fenomeno "riders" è iniziato a diffondersi in concomitanza con il primo lockdown, in particolare quando le attività lavorative hanno ripreso con i normali orari di lavoro. Popolari, in città, Just Eat e Glovo. Con il passare delle settimane, le attività che hanno scelto di servirsi di queste app internazionali sono cresciute, ma non abbracciano la totalità dei pubblici esercizi. La maggior parte dei locali, infatti, si affida al take away o a un proprio "rider" di fiducia. Riguardo le condizioni di lavoro, in queste settimane si parla molto della regolarizzazione dei contratti di lavoro dei riders che lavorano per i grossi gruppi. Un passo in avanti per un settore che in questo periodo si è sviluppato enormemente e che necessità di tutelare chi sta in prima linea.