Da 604 giorni 22 ore 41 minuti 10 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Cronaca Olbia

Olbia, discariche abusive: il primo sequestro dopo gli esposti

Spesati orizzontale

Olbia, 09 ottobre 2019 – Dal non si può fare nulla  e da un sostanziale disinteresse politico denunciato dalla minoranza persino in Consiglio comunale a un attivismo febbrile sul fronte dei rifiuti: conferenze stampa sul posto, coinvolgimento di sindacati e associazioni di categoria, applicazione per far scovare ai cittadini i furbetti del sacchetto e – dulcis in fundo – il primo camioncino sequestrato a un cittadino di etnia rom.

Ieri sera il Comune di Olbia ha emanato un comunicato stampa in cui si racconta di un sequestro avvenuto nella giornata di lunedì: un camioncino con dei rifiuti a bordo è stato fermato dalla Polizia Locale e sequestrato.

Spesati article

Si legge nella nota stampa, pubblicata oggi sul sito istituzionale del Comune:

Già da diverso tempo Polizia Locale e De Vizia Transfer S.p.a. controllano congiuntamente tre volte a settimana le discariche a cielo aperto che si sono create nel nostro territorio. In seguito alla situazione di emergenza che si è andata a creare e come confermato dal sindaco Settimo Nizzi nei giorni scorsi, i controlli sono stati intensificati andando a toccare anche i mezzi che transitano nel Comune di Olbia.

«Abbiamo chiesto aiuto alle istituzioni, ma nel frattempo facciamo il possibile per fronteggiare al meglio questa emergenza – afferma -. I controlli effettuati oggi hanno portato al sequestro di un camioncino che trasportava materiale in modo irregolare. La Polizia Locale ha provveduto immediatamente al sequestro penale del mezzo e alla denuncia dell’autista».

L’azione di oggi è importante non solo perché è stato denunciato un fatto criminale, ma anche perché la non disponibilità del camioncino renderà più complicato, almeno nell’immediato, perpetrare questa attività. La denuncia riguarda una persona di etnia rom ma è chiaro che i controlli sono fatti a tappeto ed in modo casuale.

«Il sevizio della Polizia Locale viene svolto sia in divisa che in borghese – afferma il comandante Giovanni Mannoni – e riguarda non soltanto i mezzi di trasporto, ma anche eventuali aziende che si avvalgono di attività irregolari per lo smaltimento dei rifiuti. In attesa di avere l’app a disposizione per le segnalazioni, invitiamo i cittadini a chiamare il numero verde 800405405. È davvero importante, in questa fase, la collaborazione di tutti».

Ci permettiamo di porre alcune domande:

  • poiché la situazione d’emergenza non è frutto degli ultimi mesi (vedasi i numerosi articoli pubblicati nel corso del tempo da tutte le testate del territorio, nonché le segnalazioni dei cittadini e le riprese satellitari di Google Earth datate 2017), perché i controlli sono stati intensificati solo adesso?
  • sono stati mai incrociati i dati delle utenze (energia elettrica, acqua) con le utenze Tari per scovare i possibili lanciatori di sacchetti?

Intanto, mentre attendiamo anche questa volta le risposte del Comune di Olbia – e in particolare del sindaco Settimo Nizzi e dell’assessore all’Ambiente Gesuino Satta – sono due le notizie politiche di rilevanza.

La prima è che la minoranza, nella giornata di ieri, ha chiesto la convocazione di una riunione straordinaria del Consiglio comunale di Olbia.

La seconda è che, questa mattina, il sindaco Settimo Nizzi ha incontrato l’assessore regionale all’Ambiente Lampis.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto