Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca, Politica

Olbia: bilancio del Pd di due anni di amministrazione Nizzi

Le dichiarazioni dei consiglieri comunali di minoranza

Olbia: bilancio del Pd di due anni di amministrazione Nizzi
Olbia: bilancio del Pd di due anni di amministrazione Nizzi
Olbia.it

Pubblicato il 21 October 2023 alle 10:20

condividi articolo:

Olbia. In occasione del recente “secondo compleanno” dell’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Settimo Nizzi, i consiglieri di minoranza del Pd (Ivana Russu, Gianluca Corda, Maddalena Corda, Antonio Loriga, Rino Piccinnu, Stefano Spada) vogliono tracciare un breve bilancio, di questi due anni di mandato e dei sette in continuità amministrativa.

"Un bilancio - si legge nella nota del Partito Democratico Olbiese - "che ha, purtroppo, ancora meno elementi di positività di quello precedente, che almeno poteva fornire a tanti nuovi amministratori la scusante dell’inesperienza. Questa amministrazione, in continuità con il passato, si connota in primo luogo per l’atteggiamento vessatorio e irrispettoso nei confronti di chi osa dissentire, delle minoranze, dei cittadini, delle associazioni culturali – sportive e di categoria, dei comitati di quartiere, della stampa. Un atteggiamento, portato avanti anche all’interno delle istituzioni e dell’assemblea del Consiglio Comunale, chein modo vergognoso sembra spesso cadere in secondo piano nel dibattito pubblico ma che, posto in essere da chi rappresenta la città, non costituisce un buon esempio per le nuove generazioni e per chi rappresenta le istituzioni".

Proseguono i consiglieri: "Questa amministrazione si caratterizza per i grandi eventi, i comunicati stampa e le “coreografiche”presentazioni, volti a catalizzare l’attenzione e a nascondere tutta l’inefficienza e l’incapacità di unaclasse amministrativa, insediatasi con grandi promesse e ambizioni, ma dove molti amministratori risultano non pervenuti, nelle parole e nei fatti. Dal punto di vista urbanistico abbiamo assistito in pompa magna alla presentazione di PUC (2020) – PUL(2019) - OPERE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO(2016) – RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MERCATO (2016), PANI DELLA MOBILITA’, UNIVERSITA’ IN CENTRO STORICO e altre iniziative che, oltre al fatto di essere annunciate in maniera scenica e con realizzazioni da tempistiche record, non hanno mai visto la luce. Unica opera ad oggi inaugurata risulta essere il lungomare progetto finanziato e ideato dall’amministrazione Giovannelli, osteggiato dal Sindaco Nizzi con ben tre ricorsi al TAR con l’intento di spostare i fondi altrove".

"L’aumento delle imposte comunali in tutti i settori, l’aumento esorbitante del Canone Unico Patrimoniale che ha toccato le tasche di imprese e famiglie (Insegne, suolo pubblico, passi carrabili), l’aumento esponenziale delle sanzioni amministrative, diverse delle quali hanno generato numerosi debiti fuori bilancio per l’amministrazione. Strade dissestate anche a causa dell’assenza di una programmazione degli interventi, come da noi più volte denunciato, e dell’assenza di vigilanza sulle imprese che posano i sottoservizi anche sugli asfalti appena ripristinati, con ulteriori costi a carico dell’amministrazione e disagi per i cittadini. Unica soluzione adottata il limite 30 Km orari come se questo risolvesse il problema della sicurezza stradale. Le isole ecologiche, presenti in città, sono abbandonate, sporche e spesso non funzionanti; impianti nei quali si può conferire esclusivamente in possesso di tessera sanitaria, compresi i nuovi ecobox; con il risultato che gli stessi non possono essere utilizzati dai turisti stranieri! Stessa sorte per i nuovi bagni pubblici, non fruibili dagli stranieri per le stesse ragioni. Il Servizio di ritiro rifiuti nelle spiagge è cessato nel mese di settembre, con la conseguenza che ad oggi, infatti, i tanti turisti presenti non possono più avere a disposizione i cestini della differenziata, con gravi conseguenze per la salvaguardia degli arenili. Non viene portata avanti nessuna azione per prevenire o contrastare il moltiplicarsi di discariche abusive in città, se non l’annuncio nella precedente amministrazione del posizionamento di fototrappole mai installate. Niente è stato fatto a livello di campagna informativa sul nuovo appalto dei rifiuti. Olbia Città turistica!!!".

"I servizi sociali sono oramai allo sbando, nonostante gli sforzi degli operatori, con un tessuto sociale che si sgretola, l’impoverimento della classe media, l’emergenza abitativa, l’emergenza sul disagio giovanile, con un numero altissimo di giovani “in carico” ai servizi sociali, peraltro in costante aumento e solo qualche iniziativa spot di contrasto al fenomeno. La dispersione scolastica in costante aumento, con l’osservazione istituito da precedenti amministrazioni di cui si sono da anni perse definitivamente le tracce. Nessuna programmazione o politica strutturale di intervento su questi temi se non ancora una volta annunci e comunicati a mezzo stampa. Ad oggi ancora si attende l’istituzione dell’Osservatorio sul disagio Giovanile da noi chiesto da un anno attraverso una mozione in consiglio comunale, “bocciata” dalla maggioranza con la motivazione che si stava già provvedendo a creare un organismo simile. Che fine ha fatto? L’emergenza sicurezza in città negata e sottovalutata,con la critica a noi consiglieri di minoranza, ogni qual volta abbiamo provato in questi due anni di sollevare il problema, ed il tentativo di farci passare come “visionari” o nemici della città; l’annuncio costante dell’incremento degli organici e i mega progetti per l’istallazione di impianti di videosorveglianza sin dal 2016. L’assenza totale di programmazione di un cartellone di eventi estivi e invernali, perché anche se non si contesta in modo alcuno la presenza e l’importanza in città dei grandi eventi cofinanziati dal comune e realizzati dasocietà private, oltre questo la città resta l’unica in Gallura a non avere una programmazione estiva di eventi e spettacoli promossi dall’ente lasciando un significante vuoto culturale e di programmazione turistica. L’attuale amministrazione ha deciso, ancora una volta, dietro la logica dell’uomo solo o dei pochissimi al comando, di portare avanti un mandato in solitaria nel quale il lavoro del consiglio comunale e delle commissioni sono ridotti al minimo indispensabile, solo per atti per i quali è necessaria l’approvazione dell’aula".

"In particolare, alcune commissioni non sono mai state convocate, o si sono riunite raramente, nonostante ci fossero a tema in città importati provvedimenti: si pensi ai piani di mitigazione del rischio, oppure al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, solo per fare alcuni esempi. Eppure ci sarebbe tantissimo da discutere e su cui confrontarsi in commissione e in aula, viste le numerose emergenze che “attraversano” la città. Su tanti di questi temi, nei mesi passati, abbiamo scritto e provato a metterci “a disposizione” per lavorare insieme su alcune proposte, anche con la convocazione su nostra iniziativa di consigli comunali. Disponibilità rimandata al mittente. E quando abbiamo portato in aula, attraverso delle mozioni, qualche proposta poi attuata, come quella dell’estensione dell’assistenza educativa tutti gli studenti con disabilità delle scuole del primo ciclo, si è cercato di narrare la decisione senza riconoscere nella nostra iniziativa l’origine della proposta. In modo particolare Olbia sembra essere isolata e aver perso il suo ruolo di “comune guida” in Gallura, incapace di incidere e di rivendicate i diritti del territorio. Ne sono un esempio l’assenza di battaglie per la difesa della sanità in Gallura, per rivendicare il diritto alla mobilità dei sardi e criticare la carenza di infrastrutture viarie sul nostro territorio; inoltre nessuna battaglia è stata intrapresa dall’amministrazione olbiese per garantire il diritto alla studio in una città che è l’unica in crescita demografica e con una carenza strutturale di aule ed edifici scolastici".

Concludono i consiglieri del Pd: "L’assise comunale vanta la presenza del Capogruppo Regionale di Forza Italia e del Vice Commissario alla Provincia che non abbiamo mai sentito prendere posizione o iniziativa nell’interesse della città se non le accese discussioni a mezzo stampa in tema di Motocross. Per tutti i motivi sopra esposti il giudizio nei confronti di questa amministrazione non può che essere negativo poiché oltre gli annunci, i selfie e le sponsorizzate social ad oggi nessuna delle operate annunciate ha visto la luce!".