Da 901 giorni 18 ore 9 minuti 47 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Sport

Olbia, Mondiale Aquabike: Diego Sanciu non ci sarà, grande attesa per Marta Sorrentino

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo

Olbia, 26 maggio 2018 – È tutto pronto per il Mondiale aquabike che si svolgerà a Olbia dal 1° al 3 giugno: un evento sportivo importantissimo che trasformerà il golfo interno olbiese in un spettacolare campo da gara dove sfrecceranno gli specialisti di questo sport.

L’evento sportivo che si svolgerà in città, precisamente nelle acque del Molo Brin, è valido come seconda prova dell’Aquabike Class Pro, ovvero la classe regina in cui corrono le “Formula 1” delle moto d’acqua: bolidi ad altissime prestazioni senza limitazioni di preparazione al motore.

Studio Dentistico Satta 300

I fortunati che potranno godere di questo spettacolo di altissimo profilo sportivo potranno ammirare i campioni dell’aquabike in tre diverse categorie: Runabout (moto con guida seduta con oltre 500 cavalli sotto la sella e che arrivano a superare gli 85 nodi di velocità – vale a dire circa 170 km/h), Jet Ski (moto con guida in piedi che arrivano a 250 cavalli per una velocità di 75 nodi), Freestyle (gli artisti dell’acrobazia in acqua).

Ai nastri di partenza ci saranno 60 piloti (anche se si prevede che il numero totale sarà maggiore poiché l’evento è valido come prova unica del Campionato mondiale per le classi inferiori Gp2, Gp3 e Gp3); presenti molti atleti italiani.

Per Olbia non si tratta del primo mondiale: la città, infatti, vanta una tradizione che parte nel 2003 e si è confermata nel 2004 (sempre sotto sindaco Nizzi). Questa del 2018, dopo una tappa nel 2010 ad Arbatax e una a Golfo Aranci nel 2012, è la terza in città.

Questo sposalizio tra la Sardegna e la specialità dell’acquabike non è un caso: benché sia uno sport relativamente poco diffuso, la Sardegna ha potuto contare, negli anni, sulla presenza di atleti di tutto rispetto, capaci di imporsi sia a livello nazionale che europeo.

Purtroppo, i campioni del territorio – che tutti speravano di ammirare a bordo dei loro bolidi – non parteciperanno a questo mondiale. Il campione europeo in carica Alessio Schintu, di origine cagliaritana e olbiese di adozione (è il titolare di una delle più importanti concessionarie di moto d’acqua della Sardegna con sede a Olbia) salterà questa importante manifestazione.

Stessa sorte per l’idolo di casa, Diego Sanciu, la cui partecipazione al mondiale è stata in forse fino a pochi giorni fa. L’atleta olbiese, infatti, ha dovuto abbandonare i suoi propositi sportivi per un problema di salute che lo sta mettendo a dura prova: il giovane, infatti, sta combattendo da diversi mesi con una labirintite che lo porta a perdere spesso l’equilibrio.

Sanciu, che si era ritirato ufficialmente nel 2018 dalle corse, ha fatto di tutto per poter gareggiare davanti al suo pubblico e ai suoi numerosissimi tifosi: purtroppo questo problema di salute glielo ha impedito. L’olbiese, che è vice campione italiano 2014, è presente alla competizione con la sua squadra,  la Dirty Crew, con i bravissimi piloti Marcus Jorgensen, Davide Sola e Mattia Fracasso.

Nonostante il forfait di questi campioni amatissimi, la Sardegna sarà comunque rappresentata da due piloti di razza: la prima è Marta Sorrentino, vincitrice di numerosi titoli nazionali ed internazionali. Conosciuta per il suo stile di guida aggressivo ma allo stesso tempo elegante, Marta Sorrentino è una di quei piloti estremamente talentuosi che darà battaglia fino all’ultimo secondo. Il secondo è Ninni Cabras, originario di Cagliari: anche lui pilota estremamente talentuoso e vice campione italiano del 2017. Occhi puntati su Sorrentino e Cabras, dunque, perché saranno loro – insieme alla Dirty Crew – a portare in alto la bandiera dei quattro mori.

Per quanto riguarda i colori italici, invece, saranno moltissimi i piloti italiani: tra i fuoriclasse si segnalano Alberto Monti (pluricampione del mondo e pluricampione italiano), Mattia Fracasso (campione del mondo), Lorenzo “Benny” Battaglia, Roberto Mariani (il re dei freestyler, primo nel ranking mondiale), il giovane Nicola Piscaglia.

Chi sono i favoriti e quelli da tenere d’occhio? Oltre ai nostri talenti tricolore e alla quattromori Sorrentino, tra i favoriti ci sono anche Jeremy Perez (compagno di vita e di squadra della nostra Marta Sorrentino), James Bushell, Yousef Alabdulrazq, Marcus Jorgensen e Mattia Fracasso (che fanno parte del team olbiese Dirty Crew).

Per la categoria Jet Ski, invece, ecco i più accreditati: Kacper Kania, Stian Schjtielin, Rafael Maurin, Alberto Monti.

Queste, dunque, le prime importanti indiscrezioni su quanto ci aspetterà il prossimo fine settimana: un weekend di grandissimo sport che vedrà Olbia protagonista assoluta.

 

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

California Bakery 1400
In Alto