martedì, 30 novembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Cultura, Bianca, Cinema

Golfo Aranci, vietato l'accesso a Cala Moresca: al via le riprese de La Sirenetta

Iniziano le riprese a Cala Moresca

Golfo Aranci, vietato l'accesso a Cala Moresca: al via le riprese de La Sirenetta
Golfo Aranci, vietato l'accesso a Cala Moresca: al via le riprese de La Sirenetta
Giada Muresu

Pubblicato il 01 maggio 2021 alle 18:10

condividi articolo:

Golfo Aranci. Finalmente iniziano le riprese del film La Sirenetta nel meraviglioso panorama di Cala Moresca a Golfo Aranci. Da dopodomani l'intera zona verrà chiusa al pubblico. Ad annunciarlo su Facebook il primo cittadino di Golfo Aranci, Mario Mulas: "Da lunedì 3 maggio in aggiunta alle consuete limitazioni viene interdetto l'accesso a Cala Moresca. Requisito fondamentale per consentire la realizzazione del noto set cinematografico nel nostro Paradiso. Nell’incontro di giovedì con la produzione abbiamo rinnovato tutta la disponibilità e l’ospitalità della nostra Comunità, ribadendo con fermezza, che seppur siamo estremamente contenti di consentire che Cala Moresca diventi una delle location del Remake della Sirenetta consentendo un ritorno d’immagine al nostro territorio e all’intera Sardegna incalcolabile, confidiamo nel ritorno economico diretto che in queste settimane non è ancora arrivato".   "Non ci risultano infatti prenotazioni nelle nostre imprese, ne nei nostri alberghi che confidavano in questa iniziativa una leva per aprire a maggio. Ho chiesto anche che l’interdizione di Cala Moresca, che sarà monitorata dalla “Lotus Production”, sia compatibile e rispettosa del normale utilizzo del nostro paradiso nei giorni in cui non saranno effettuate riprese. Calendario che non sarà comunque programmabile in quanto le riprese sono assoggettate a numerose variabili comprese quelle ambientali (da qui la necessità di interdire l’accesso per oltre un mese). Sono certo che una compagnia dal calibro internazionale troverà il modo di essere riconoscente con il nostro territorio e con le nostre imprese che oggi più che mai chiedono semplicemente di poter lavorare", conclude il sindaco Mulas.