Da 1022 giorni 9 ore 41 minuti 16 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Cronaca Gallura

Ener.Loc: I sindaci della Sardegna a confronto su Smart cities, risparmio energetico e sostenibilità

Brili immobiliare 1400

Il futuro delle città sarde è smart.

Lo hanno detto i sindaci della Sardegna che, ieri mattina, si sono confrontati nella tavola rotonda organizzata da Ener.Loc parlando di smart cities, sviluppo sostenibile, bioedilizia, mobilità, risparmio energetico e delle ricadute economiche ed occupazionali che questo settore può apportare sul territorio.

Spesati article offerte 300

Si è conclusa così la sesta edizione di “Ener.Loc. Energia, Enti Locali, Ambiente”, la rassegna organizzata da Promo PA Fondazione dedicata ai temi dello sviluppo sostenibile e dell’efficienza energetica che si é svolta a Sassari, nella Camera di Commercio Nord Sardegna.

Tematica fondamentale di quest’anno é stata quella legata alle “SMART CITIES: ISTRUZIONI PER L’USO. Edilizia, mobilità, lavoro di fronte alle opportunità della Green Economy”.

Dopo la prima giornata di lavori (durante la quale  é stato fatto il punto della situazione del processo di sviluppo delle politiche verdi sul territorio, é stata focalizzata l’attenzione sulla bio edilizia e la biodiversità e si è aperto un dibattito sulle opportunità e applicazioni del decreto sviluppo) ieri é stato presentato il secondo master Ener.Loc Faculty promosso dalla provincia di Sassari con le scuole tecniche del territorio e dedicato a creare nuove competenze nel settore rifiuti per i giovani under 30.

Il master ha tenuto conto dei risultati della prima edizione e la presentazione si è conclusa con tutti i partecipanti che hanno trovato una occupazione o hanno aperto un’attività in proprio. Una vera e propria occasione di confronto e lavoro é stato poi l’incontro-dibattito tra i Sindaci della Sardegna sul tema della riqualificazione, della sostenibilità e dei conflitti nelle Smart cities. Hanno partecipato Il sindaco di Sassari e presidente del Consiglio delle autonomie locali della Sardegna, Gianfranco Ganau, il sindaco di Porto Torres, Beniamino Scarpa, quello di Cagliari Massimo Zedda e l’assessore al turismo di Alghero, Alma Cardi.

“Qualunque sindaco – ha sottolineato Ganau – ragiona per la propria città in un’ottica di vivibilità e sostenibilità, puntando sulla riqualificazione delle aree che devono rendere servizio al cittadino e valorizzando gli spazi verdi. Il settore della green economy inoltre può creare posti di lavoro e per questo l’amministrazione non può non sostenerla. In questo senso stiamo agendo dal punto di vista della viabilità potenziando il trasporto pubblico, le ztl e le zone ciclopedonali.”. Alma Cardi ha messo invece in evidenza come: “senza grandi centri, in Sardegna bisogna guardare allo sviluppo locale prendendo in considerazione aree più ampie rispetto alla città, pensando a progetti nono solo locali in grado di legare i nostri territori ad altri, come per esempio ha fatto Alghero e la Catalogna”.

Scarpa ha iniziato il suo intervento spiegando come “Porto Torres è sostanzialmente divisa in due parti: da un lato la città ricca di storia, con il parco dell’Asinara e le bellezze naturali mentre dall’altro l’area industriale che ha una serie di implicazioni di grande importanza. Per quanto riguarda quest’ultima parte stiamo cercando un rilancio proprio puntando sulla chimica verde. Inoltre abbiamo intenzione di rilanciare anche l’Asinara adottando battelli elettrici e mezzi elettrici per muoversi sull’isola. Stiamo puntando molto anche su piste ciclabili per collegare Porto Torres ad altri centri abitati.
Non dobbiamo inoltre dimenticare i vari altri progetti che caratterizzano il nostro territorio sul fronte energetico: bisogna investire sul settore eolico, sul fotovoltaico e su un parco eolico off shore”. Massimo Zedda ha concluso mettendo in luce la necessità di “dare alle nuove generazioni città vivibili. Vorremo fare in modo che, attraverso nuovi collegamenti improntati su un criterio di ecosostenibilità, si creasse una rete capace di collegare l’interland di Cagliari.  Inoltre stiamo cercando di dare un segnale alla popolazione adottando per esempio negli uffici il “principio zero carta”, adoperando comportamenti virtuosi e sensibilizzando i giovani. Per esempio, il nuovo progetto dello stadio Sant’Elia sarà basato su criteri di risparmio energetico e di sostenibilità”.

Ener.loc. è stato realizzato con il sostegno del Comune di Sassari, della Provincia di Sassari, della Camera di Commercio Nord Sardegna, del Consorzio Industriale Provinciale Sassari e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione autonoma della Sardegna, dell’Unione Province d’Italia, di ANCI e degli ordini professionali.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540

Virali

Superprice 1400
In Alto