mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Diffonde video con minacce: Daspo per un pluripregiudicato

Operazione della Polizia di Stato

Diffonde video con minacce: Daspo per un pluripregiudicato
Diffonde video con minacce: Daspo per un pluripregiudicato
Olbia.it

Pubblicato il 08 aprile 2021 alle 13:36

condividi articolo:

Sassari. Il Questore di Sassari ha emesso un avviso orale “aggravato” nei confronti di un noto pluripregiudicato sassarese: lo annuncia la Questura con una nota stampa ufficiale. La decisione è stata presa dopo che l’uomo è stato denunciato dalle forze dell’ordine alla Procura di Sassari per i reati di minacce, oltraggio aggravato e continuato a pubblico ufficiale, nonché per trattamento illecito di dati in violazione del codice della privacy.

Con il provvedimento l’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza ha vietato al destinatario, il possesso e l’utilizzo ingiustificato di numerosi strumenti informatici tra i quali, radiotrasmittenti, personal computer, tablet, telefoni cellulari ed altri strumenti che consentono l’accesso al web tramite connessione wifi o con rete dati. E’ stato vietato al destinatario l’accesso ad “internet point” in generale. La violazione di ciascuno del divieto è punita dalla legge penale con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da € 1.549 ad € 5.164.

L'uomo si sarebbe "reso responsabile nelle scorse settimane, in almeno due circostanze, per le strade del centro storico cittadino e alla presenza di numerosi passanti, di reiterati comportamenti intimidatori nei confronti delle forze di polizia nel corso di attività di servizio, proferendo pesanti minacce ed insulti gratuiti agli agenti operanti, allo scopo di ostacolare le attività in corso e indurli ad omettere gli atti del proprio ufficio, realizzando abusivamente un video con il proprio telefonino ove riprendeva alcune fasi delle operazioni di polizia, ed infine divulgando illecitamente sulla rete internet il materiale così prodotto, che, in breve tempo è diventato virale diffondendosi rapidamente tra social network e siti internet, anche a diffusione regionale e nazionale, con numerosissime visualizzazioni e commenti da utenti del web", si legge nella nota stampa della Questura.

"Il primo episodio ha riguardato un’attività di servizio condotta dagli agenti della polizia municipale di Sassari incaricati dall’autorità giudiziaria di eseguire il sequestro preventivo di un immobile abusivamente occupato. Nel secondo caso, l’indagato è intervenuto con le stesse modalità intimidatorie nel mentre alcune Volanti e Reparti specializzati della Polizia di Stato erano intervenuti per sedare l’aggressione armata da parte di un cittadino extracomunitario ai danni di altre persone", spiega la Qestura.

"L’adozione del drastico strumento di prevenzione, nel quadro delle azioni di pubblica sicurezza adottate dal Questore a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica nel centro storico della città, si è resa necessaria nel caso specifico, allo scopo di neutralizzare il pericolo di reiterazione di nuove condotte di aggressione ai danni delle forze di polizia ed impedire il rischio di emulazione mediatica di simili condotte illecite. Il provvedimento del Questore è stato eseguito dai funzionari e dal Dirigente della Divisione Polizia Anticrimine", conclude la Questura di Sassari.