Friday, 19 July 2024

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Cala Brandinchi: ormeggio abusivo nell'Area Marina Protetta

L'operazione Mare Sicuro

Cala Brandinchi: ormeggio abusivo nell'Area Marina Protetta
Cala Brandinchi: ormeggio abusivo nell'Area Marina Protetta
Olbia.it

Pubblicato il 16 August 2023 alle 13:51

condividi articolo:

San Teodoro. Il personale della Guardia Costiera di Olbia, nell’ambito dell’operazione MARE SICURO, è intervenuto presso la spiaggia di Cala Brandinchi - si legge nella nota della Direzione Marittima di Olbia - "per liberare un vasto tratto di specchio acqueo riservato alla balneazione che risultava essere occupato abusivamente da dei natanti di proprietà di due Società operanti nel campo della locazione".

"L’occupazione abusiva veniva perpetrata con l’utilizzo di corpi morti infissi sul fondale al quale venivano ormeggiati una decina di natanti per il tramite di cime e catene; tutto ciò, oltre a impedire la libera fruizione delle acque riservate alla balneazione, risultava di forte impatto ambientale in una delle spiagge più rinomate della Sardegna orientale e dell’Area Marina Protetta di Tavolara – Punta Coda Cavallo".

"L’intervento dei militari della Guardia Costiera, in collaborazione con il personale dell’Area Marina Protetta, ha comportato la rimozione e il sequestro dei corpi morti, una comunicazione di notizia di reato alla competente Procura della Repubblica di Nuoro per abusiva occupazione di specchio acqueo e diverse sanzioni amministrative a carico delle due Società. L’operazione "Mare sicuro" proseguirà per tutta la stagione balneare e, in particolare, in queste intense giornate di Agosto caratterizzate dalla massima affluenza diportistica e balneare, allo scopo di prevenire gli incidenti in mare, garantire una ottimale fruizione del bene “mare” e favorire le migliori condizioni per una tranquilla vacanza, in tutta sicurezza e nel pieno rispetto dell’ambiente marino e costiero", conclude la nota.