Da 1012 giorni 21 ore 36 minuti 12 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Cronaca Gallura

Autopubblicazione: come pubblicare il tuo libro

Brili immobiliare 1400

A Olbia un seminario di alta formazione sull’autopubblicazione.

Pubblicare un libro è sempre stato il tuo sogno, vero? Ho una buona notizia per te: se sei stanco di cercare una casa editrice potresti ricorrere all’autopubblicazione.

Hai scritto tanto, hai investito il tuo tempo, a volte divertendoti e altre facendo più fatica. Sei riuscito a portare a termine la tua opera nei weekend e durante le giornate di festa, hai sacrificato i tuoi momenti liberi e ora hai un grande desiderio: condividere con tutti il frutto del tuo lavoro.

Studio Dentistico Satta 300

Probabilmente sei andato su google, hai cercato “case editrici Italia” e hai iniziato a contattare gli editori, dal più piccolo al più grande. Alcuni ti hanno risposto che il tuo libro non rientra nella loro linea editoriale, altri invece ti hanno inviato una proposta di pubblicazione dietro però contributo economico e altri ancora, probabilmente la maggior parte, non ti hanno neanche risposto.

Come mai? La tua opera non è valida? In realtà il problema è un altro: in Italia ci sono tante case editrici, tutte diverse tra loro, che ricevono quotidianamente una valanga di manoscritti. E credimi, non esagero quando utilizzo il termine “valanga”. Ecco perché ti dico che probabilmente l’autopubblicazione è la soluzione che fa per te!

autopubblicazione

Ma andiamo per ordine: esistono tanti tipi di case editrici, ognuna con le sue caratteristiche e proposte contrattuali. Per iniziare posso dirti che bisogna fare una grande distinzione tra case editrici gratuite e case editrici a pagamento.

Lo dice la definizione stessa: le prime pubblicano i libri gratuitamente, investendo sull’autore come una qualsiasi attività imprenditoriale, le altre, invece, chiedono agli autori un contributo in denaro. Le prime sono raggiungibili più difficilmente, le seconde più facilmente: sta a te decidere a chi affidare il tuo “pargolo”, il risultato del tuo impegno e dei tuoi sacrifici.

Detto ciò, niente panico. Non ti sto dicendo che per pubblicare il tuo libro devi per forza aspettare anni e sperare in un colpo di fortuna oppure spendere un patrimonio. La casa editrice, infatti, non è l’unica soluzione: se hai il desiderio di pubblicare il tuo libro puoi sempre fare da te. Puoi diventare l’editore di te stesso.

È veramente possibile? Certo, ed è anche abbastanza semplice, se segui questi cinque passi:

  1. Prima di tutto leggi più volte la tua opera, assicurati che non vi siano errori.
  2. Leggere e rilegge è fondamentale ma tieni presente una cosa: avrai bisogno di un professionista, un editor che potrà rendere la tua opera veramente pubblicabile. Eh sì, so bene che per te il tuo libro è perfetto ma un occhio esterno, che non sia quello di tua madre o di tua zia, è il salto di qualità verso la pubblicazione.
  3. Fai una ricerca sul web: troverai piattaforme dedicate all’autopubblicazione.
  4. Stampa delle copie cartacee, ti serviranno per la promozione.
  5. Organizza un tour di presentazioni: sarà il tuo trampolino di lancio.

Lo so, non è semplice, ma non ti scoraggiare! Dopo aver acquisito tutte le informazioni e capito il funzionamento del mondo editoriale, anche tu potrai pubblicare la tua opera e realizzare il tuo sogno nel cassetto!

Sabato 9 aprile, al seminario “Pubblica il tuo libro: da sogno nel cassetto agli scaffali delle librerie”, parleremo proprio di come funziona il mondo dell’editoria, come investire su te stesso, pubblicare il tuo libro e organizzare la promozione per farlo conoscere.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto