martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Cultura, Storia

Arbus. Archeologia, scienza e turismo: ecco la conferenza

Un importante appuntamento

Arbus. Archeologia, scienza e turismo: ecco la conferenza
Arbus. Archeologia, scienza e turismo: ecco la conferenza
Olbia.it

Pubblicato il 03 agosto 2021 alle 19:48

condividi articolo:

Arbus. Dal 4 al 6 agosto 2021, nella splendida cornice del Museo Antonio Corda in Via Giardini n. 1 ad Arbus, si svolgerà la prima iniziativa sul tema dell’archeologia promossa dall’Assessore alla Cultura Alessandra Peddis. L’iniziativa nasce dalla necessità di sensibilizzare e far conoscere l’immenso patrimonio storico-archeologico del territorio arburese, futuro volano di sviluppo culturale e turistico, che ambisce al più ampio riconoscimento nel panorama regionale e nazionale. Tre giorni in cui quindici personalità fra professori, amministratori locali e regionali, professionisti del settore e giornalisti si succederanno raccontando la storia passata e futura del territorio arburese, le ricchezze emerse e sommerse, le analisi e gli studi effettuati dai più grandi ricercatori sardi e non. Il 4 agosto la Docente dell’Università di Cagliari, Rita Melis, direttrice degli scavi del sito di S’Omu e S’Orku insieme a Gregorio Oxilia, Antropologo Fisico, dell’Università di Bologna presenteranno i dati preliminari ottenuti dall’elaborazione digitale sulla calotta umana appartenente all’ominide Beniamino scoperto nel 1985 da un gruppo di ragazzi che giocavano in spiaggia. Il 5 agosto si parlerà del fascino dei monumenti di archeologia industriale di Montevecchio e Ingustrosu una delle aree minerarie più antiche della Sardegna insieme a Giuseppe Marras, Professore esperto in Storia Moderna, Davide Garofalo, Ingegnere e Amministratore Delegato della Portovesme s.r.l., Gianni Lampis Assessore della Difesa dell'Ambiente RAS. Il 6 agosto si parlerà di archeologia subacquea e di paesaggi costieri con un team di archeologi che illustrerà il lavoro relativo alle indagini effettuate presso i siti costieri dell’arburese, gli studi preliminari e le nuove acquisizioni sul carico di metalli rinvenuti nei fondali della spiaggia di “Su Pistoccu”. Le Dott.sse Anna Ardu, Laura Garau e Giusi Gradoli, in collaborazione all’equipe dell’Istituto di Scienze Archeologiche e Archeometriche dell’Università della Rhur, il Museo Minerario di Bochum (Germania), l’università di Tomar (Portogallo), parleranno degli studi effettuati nell’area e illustreranno le moderne metodologie usate nel restauro dei beni archeologici sottomarini.