lunedì, 18 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Abusi edilizi a Budelli: lo Stato accellera lo sfratto al "custode" 80enne

Abusi edilizi a Budelli:  lo Stato accellera lo sfratto al
Abusi edilizi a Budelli:  lo Stato accellera lo sfratto al
Patrizia Anziani

Pubblicato il 14 luglio 2020 alle 17:05

condividi articolo:

La Maddalena, 14 luglio 2020- Il custode eremita dell'isola di Budelli entro la fine dell'anno dovrà lasciare per sempre, dopo oltre trent'anni, il suo paradiso terrestre. Il Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena ha infatti decretato che entro l'anno 2020 dovranno essere sanati tutti gli abusi edilizi presenti sull'isola. Mauro Morandi, 80 anni compiuti e custode solitario di quelle bellezze senza prezzo per conto della proprietà precedente, oggi è considerato un inquilino abusivo in un bene statale. A darne notizia Ansa Sardegna. Nel corso dell'ultimo consiglio del direttivo dell'Ente Parco si è deciso di dare un'accellerata per rispettare il programma messo a punto due anni fa. Quest'ultimo era stato avviato l'anno scorso con la bonifica e la pulizia dell'isola. A queste operazioni, come richiesto dal Comune di La Maddalena, dovranno seguire altre indispensabili azioni mirate all'abbattimento delle opere edilizie realizzate senza autorizzazione riferite alla nota "casa del custode". L'abbattimento degli abusi edilizi, necessario per il recupero dell'immobile destinato a diventare osservatorio ambientale del Parco, è diventato un passaggio prioritario da parte del management del Parco. Il custode dovrà quindi lasciare per sempre la sua Isola, diventata a tutti gli effetti non solo la sua casa ma ormai la sua lunga vita. Un colpo che si preannuncia durissimo per Morandi che alla sua veneranda età, e dopo trenta lunghi anni di servizio spesi in solitaria sull'isola di Budelli avrebbe potuto forse meritare una sorta di "titolo onorifico". Un titolo inedito e pensato solo per lui di custode ad honorem del Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena.

Cronaca

Cronaca