sabato, 15 maggio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Cultura, Olbiachefu, Storia

A Porto Cervo la presentazione dell'ultimo libro della prof. Giuseppa Tanda sulle domus de janas

A Porto Cervo la presentazione dell'ultimo libro della prof. Giuseppa Tanda sulle domus de janas
A Porto Cervo la presentazione dell'ultimo libro della prof. Giuseppa Tanda sulle domus de janas
Marco Agostino Amucano

Pubblicato il 16 agosto 2016 alle 10:51

condividi articolo:

tanda_giuseppa

Giuseppa Tanda

Porto Cervo- Domenica 21 agosto, alle ore 20, presso la Piazzetta di Porto Cervo, si terrà la presentazione del libro "Le domus de Janas decorate con motivi scolpiti" (Edizioni Condaghes) di Giuseppa Tanda, docente di Preistoria e Protostoria presso l'Università di Cagliari.

La professoressa Tanda, che com'è noto ha svolto un'intensa attività di ricerca e di scavi, in Italia e all'estero, ha approfondito le sue analisi ed i suoi studi scientifici soprattutto sull'arte delle domus de janas. Tra le sue innumerevoli pubblicazioni se ne contano, infatti, circa settanta proprio su questo tipo di sepolture ipogee preistoriche, diffusissime nell'Isola.

L'evento prevede la presentazione degli aspetti più salienti delle tesi contenute nell'ultimo libro della Prof.ssa Tanda, e si avvarrà della proiezione di diverse slides, le cui immagini, oltre che rendere più evidenti le caratteristiche delle domus de janas presenti in Sardegna, saranno capaci di creare suggestioni ed emozioni legate alle esperienze delle "comunità" dei periodi preistorici oggetto della pubblicazione.

L'archeologa Angela Antona sarà la moderatricedella serata e tesserà"il racconto" d'insieme, avvalendosi di un'antologia di poesie e di canti a tenores, scelti dal ricco patrimonio letterario del Premio di Poesia di Ozieri.

I brani selezionati, strettamente collegati al tema delle domus de janas, avranno il compito di evocare, con la poesia in sardo (traduzione in simultanea in italiano) e la musica ancestrale dei tenores, i riti, le speranze ed i sentimenti degli embrioni della società isolana dell'epoca. Si avrà modo di apprezzare, così, il grande lavoro di ricerca, raccolta e conservazione del patrimonio di poesie della Sardegna, instancabilmente curato dai dirigenti del Premio Ozieri, ormai giunto ai sessanta anni di attività e, in particolare dal suo attuale segretario, Antonio Canalis.

In chiusura di serata, a coronamento della presentazione dell'ultima fatica della nota docente universitaria, si esibirà il Gruppo Folk di Arzachena e verrà offerti agli ospiti la degustazione dei vini della Cantina dell'On. Dott.Pino Mulas di Benetutti, che ha saputo magistralmente salvaguardare e riprodurre l'antichissimo vitigno (unico in Sardegna) che riporta la stessa originaria denominazione: "S'arvisionadu".