lunedì, 25 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Università di Sassari: un giorno di lauree e inciviltà

Università di Sassari: un giorno di lauree e inciviltà
Università di Sassari: un giorno di lauree e inciviltà
Patrizia Anziani

Pubblicato il 17 aprile 2019 alle 09:12

condividi articolo:

Sassari, 17 aprile 2019- Ieri all'Università di Sassari era giornata di lauree. Giornata importantissima per tutti coloro che scelgono di studiare per vedere così maggiormente realizzate le proprie aspettative professionali e lavorative. Dovrebbe essere un giorno di festa che riempie di orgoglio e lascia tutti felici e contenti: i neo laureati, i parenti, gli amici e la città tutta.

Ma così evidentemente non è. Non può essere. Perchè i coriandoli sparsi ovunque, bottiglie di vetro e bicchieri di plastica abbandonati per strada insieme a sacchi neri e spara coriandoli vuoti sono la cruda testimonianza della mancanza di senso civico e rispetto della cosa pubblica che sempre più spesso accompagnano questi avvenimenti. Questefoto scattate alla fine di una giornata, che dovrebbe considerarsi di riscatto culturale, lasciano veramente sgomenti.

Così scrive su FB, a commento delle foto post giornata di lauree, lo scrittore e poeta sassareseLeonardo Omar Onida, autore degli scatti: "Risparmieró a tutti il mio commento, teoria, visione, opinione, filosofeggiamento sulle fiamme a Parigi. Abbiamo già grandi pensatori e scrittori (sardi, almeno di nascita) che ci hanno regalato le loro perle".Stamattina ero per caso al bar Università, in piazza Università a Sassari.- continua con velata ironia mista a sgomento-Tutti ovviamente commentavano i fatti di Parigi: "incuria, segno di decadenza, complotti, ma chi se ne frega, ora la ricostruiamo..." Stamattina. Avevo la macchina parcheggiata proprio davanti al portone di ingresso. Questo è ciò che ho trovato stasera. La civiltà che può dare consigli ed esprimere giudizi".

Purtoppo non basteranno né balene morte a causa della plastica, né gli sforzi titanici di mille Grete in lotta contro l'inquinamento globale. Purtroppo certe cose non si imparano all'università, bisognerebbe impararle in famiglia, sicuramente in età prescolare o al massimo alle elementari. Ma, se per certe cose c'è il rischio di rimanere somari a vita, sarebbe auspicabile un nuovo regolamento per il decoro urbano davanti alla facoltà sassarese, con norme più severe e stringenti: ben vengano multe e divieti.