lunedì, 18 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Tempio, triplice omicidio: forse trovata l'arma del delitto

Tempio, triplice omicidio: forse trovata l'arma del delitto
Tempio, triplice omicidio: forse trovata l'arma del delitto
Olbia.it

Pubblicato il 29 maggio 2014 alle 11:27

condividi articolo:

Tempio Pausania, 29 Maggio 2014 - Non si è fermato nemmeno un secondo il lavoro della scientifica sulla scena del crimine di via Villa Bruna, nel centro storico di Tempio. Gli specialisti del Ris hanno passato al setaccio l'appartamento delle vittime, la residenza dell'unico accusato (Angelo Frigeri) e sta analizzando diversi oggetti prelevati dai luoghi di interesse investigativo. Secondo quanto scritto da L'Unione Sarda, gli investigatori avrebbero trovato la probabile arma con la quale l'assassino ha ucciso Giovanni Maria Azzena, Giulia Zanzani e il piccolo Pietro. Si tratterebbe di una chiave inglese, lunga tra i 20 e i 30 centimetri. La chiave verrà analizzata dagli specialisti del Ris, i quali dovranno verificare la presenza di tracce ematiche, ma anche la compatibilità della chiave con le ferite ritrovate sulle vittime. Per quanto riguarda la ricostruzione del triplice omicidio, sempre l'Unione Sarda scrive che i Carabinieri avrebbero effettuato dei controlli con il luminol sulla scena del crimine. Una scena gravemente compromessa, però, dalle azioni dell'assassino, il quale ha provato ad occultare le prove e le tracce.

Cronaca

Cronaca