sabato, 16 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Sport

Serie D, cronaca e pagelle di Olbia-Astrea: Cossu migliore in campo

Serie D, cronaca e pagelle di Olbia-Astrea: Cossu migliore in campo
Serie D, cronaca e pagelle di Olbia-Astrea: Cossu migliore in campo
Paolo Ardovino

Pubblicato il 06 marzo 2016 alle 19:03

condividi articolo:

Olbia, 06 marzo 2016 -L'Olbia per agganciare i vertici della classifica, l'Astrea per provare miracolosamente ad andare ai Play-out: questa è la storia preannunciata al Bruno Nespoli in occasione della 27esima giornata del girone g di serie D. Inevitabilmente, però, è subito la squadra di casa a prendere le redini del gioco in mano ed imporsi. Al 20esimo minuto - come il gergo calcistico impone - lo stadio è pronto a cadere giù in occasione del pallonetto di Andrea Cossu che approfitta dell'uscita dai pali del portiere avversario. La conclusione termina però sulla traversa. La formazione bianca - nonostante svariati attacchi - concretizza però solo al minuto 31, con una bella azione manovrata: dapprima Piredda con un passaggio filtrante per Cossu, che prontamente si disinteressa essendo in fuorigioco, sul pallone si scaraventa dunque Molino che crossa in area dalla sinistra e trova il tap-in vincente di Mastinu, il quale mette a segno la sua 14esima rete stagionale. L'Olbia cerca il raddoppio, ma i tentativi di Molino e co. incontreranno più volte le risposte del portiere avversario Placidi. Il secondo tempo comincia subito con una piacevole cronaca dei gol olbiesi: al 48' su corner battuto da Cossuspicca Coloritti, che di testa segna il 2-0; poi ancora, al 55esimo sempre l'ex fantasista del Cagliari- determinante in ogni azione offensiva - serve in contropiede Molino, che praticamente sotto porta non si lascia sfuggire la ghiotta occasione, e torna a segnare al Nespoli dopo il suo lungo stop. I giochi sembrano ormai fatti, la formazione di casa tenta di aumentare il divario sul tabellino ma l'Astrea cerca di resistere (e ci riesce).Anzi, a sorpresa arriva persino la rete della bandiera: all'85esimoPinna stende distrattamenteGiuntoli in area di rigore, che lo stesso numero 11 trasformerà. Termina quindi così la partita che regala all'Olbia tre punti importanti, che fanno salire la squadra al quarto posto in classifica. "Sapevamo si sarebbero organizzati - ha esordito nel dopo gara l'allenatore dei bianchi Michele Mignani -, comunque dopo il vantaggio è andato tutto più liscio. Sono contento, abbiamo creato molte azioni e dimostrato di non aver preso la partita sottogamba. Cossu? Sta crescendo di condizione e si vede, assieme può crescere anche la squadra. - infine, il mister ha poi concluso - Ora la sosta può farci rifiatare, anche se da una parte spezza un po' il bel ritmo che avevamo preso (Questa è la quarta vittoria di fila per l'Olbia). LE PAGELLE DELL'OLBIA: Cossu 7.5: Ha quasi raggiunto la forma fisica migliore e si vede: è determinante in tutte le reti dell'Olbia e manovra maggior parte delle azioni offensive della squadra. Può rappresentare la vera freccia in più nell'arco dell'allenatore in questa volata finale (Marino Dixit). Cotali 7: Il terzino, arrivato nel mercato invernale dal settore giovanile del Cagliari, ha tanta stoffa. Prende il controllo della fascia e più volte si affaccia in avanti, un pericolo costante per gli avversari. Piredda 7: Anche lui in rosa da gennaio, è ormai un'arma in più per mister Mignani. Mette lo zampino sul gol del vantaggio e fa sentire la sua (perentoria) presenza in mezzo al campo. Molino 6.5: Fa la sua parte, cerca il gol e lo trova. E' il punto di riferimento dell'attacco olbiese, che tanto è mancato durante i mesi di convalescenza. Mastinu 6.5: Segna, e alla 14esima volta stagionale inizia ad essere routine, e dà un enorme contributo in fase di difesa (come sempre). Coloritti 6.5: Segna il suo primo gol in maglia bianca, molti palloni passano dai suoi piedi. Geroni: 6,5: Ha il controllo del centrocampo bianco e smista bene, in modo semplice, i palloni che gli arrivano. Miceli 6.5: Comanda bene la difesa e si fa sentire dai compagni, che forse hanno trovato in lui un nuovo leader della squadra. Dametto 6: Sanza 'nfamia e sanza lodo, con ordine. Pinna 6: Sulla fascia si fa sentire e argina le avanzate avversarie. Ciotti 6: Gli attaccanti avversari non lo impegnano quasi mai, tuttavia mostra sicurezza. (65' Aloia 6, 72' Malesa 6,81' Steri sv). OLBIA-ASTREA 3-1 OLBIA (4-3-1-2): Ciotti; Pinna, Dametto, Miceli, Cotali; Geroni, Piredda (81' Steri), Coloritti (72' Malesa); Cossu; Molino, Mastinu (65' Aloia). A disp. Van der Want, Cacciotti, De Angeli, Formuso, Caboni, Negrean. All. Mignani. ASTREA (3-5-2): Placidi; Sannibale, Di Fiordo (65' Briotti), Cipriani; Cruciani, Mollo, Gentili (62' Carlini), Di Benedetto, Vecchiotti; Di Iorio (72' Isla), Giuntoli. A disp. Riccioni, Guiducci, Pentassuglia, Belardinelli. All. Rughetti. ARBITRO: Bertozzi di Cesena. RETI: 31' Mastinu (O), 48' Coloritti (O), 55' Molino (O), 85' su rig. Giuntoli (A). NOTE: 600 spettatori circa. Ammoniti: Vecchiotti (A), Di Iorio (A).Recupero: 1' pt, 2'st.

Sport

Sport