Saturday, 20 April 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Olbia, finalmente arrestato aggressore del borseggio: donne sicure dopo un mese di apprensione

La risposta dei Carabinieri assicura giustizia e un maggiore tranquillità soprattutto alla cittadinanza femminile

Olbia, finalmente arrestato aggressore del borseggio: donne sicure dopo un mese di apprensione
Olbia, finalmente arrestato aggressore del borseggio: donne sicure dopo un mese di apprensione
Laura Scarpellini

Pubblicato il 13 January 2024 alle 14:13

condividi articolo:

Olbia. La Sezione Operativa dei Carabinieri di Olbia ha portato a termine un'operazione di successo con l'arresto di Osiobafo Osayuki, cittadino nigeriano di 43 anni. La notizia è stata divulgata dalla testata Olbianova in data odierna. A quanto pare l'uomo è stato accusato di aver attaccato una giovane donna con l'intento di sottrarle la borsa, un episodio che qualche settimana fa ha scosso la comunità olbiese.

I fatti risalgono infatti al 20 dicembre scorso, quando la vittima stava facendo una passeggiata in via Torino e è stata brutalmente aggredita alle spalle. Anche la nostra testata diffuse la notizia che mise in apprensione la comunità olbiese.  La giovane donna aveva reagito strenuamente alla tentata rapina, scatenando una colluttazione con l'aggressore.

La situazione poi purtroppo prese una svolta inaspettata sfociando in una vera e propria aggressione,  quando due persone si affacciarono da un locale nei pressi del luogo del tentativo di borseggio. Ciò costrinse l'aggressore a desistere e a fuggire rapidamente, senza lasciare traccia alcuna.

La donna coinvolta, quale vittima coraggiosa, si attivò immediatamente nel denunciare l'accaduto. Proprio così facendo essa ha potuto contribuire  significativamente all'identificazione dell'aggressore. Osiobafo Osayuki, un tossicodipendente con precedenti penali, che è stato in breve tempo individuato dai Carabinieri e arrestato.

L'uomo si apprende che in queste ore a mezzo stampa, pare sia stato già  tradotto nel carcere di Bancali, dove dovrà rispondere delle accuse di lesioni e di tentata rapina. Questo arresto rappresenta uno dei tanti passi operati dalle Forze dell’ordine, volti a garantire la sicurezza delle donne a Olbia.

Una conferma questa che grazie ad una pronta risposta da parte delle Forze dell'ordine si può portare giustizia e più tranquillità alla nostra comunità, e soprattutto nella sfera femminile.