giovedì, 04 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Economia, Bianca, News

Olbia e ferrovia, triplo legame: ecco i progetti tra presente e futuro

Non solo nuova Stazione: ecco cosa c'è in ballo

Olbia e ferrovia, triplo legame: ecco i progetti tra presente e futuro
Olbia e ferrovia, triplo legame: ecco i progetti tra presente e futuro
Angela Galiberti

Pubblicato il 01 febbraio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Le strade ferrate hanno caratterizzato per molto tempo il paesaggio urbano olbiese, a cominciare dalla ferita mai rimarginata del passaggio a livello tra Corso Umberto e Corso Vittorio Veneto, figlio di un'epoca in cui la periferia della città iniziava proprio lì, per non parlare dei binari che raggiungevano prima il porto vecchio – davanti al Municipio – e poi il porto Isola Bianca e la sua stazione marittima. La ferrovia è stata simbolo di sviluppo, poi simbolo di “arretratezza” e infine ecco una nuova sfumatura: ferrovia come rinascita e investimento economico.

Primo segno tangibile di questo nuovo modo di concepire i binari che dividono la città in due è la nuova stazione ferroviaria attualmente in costruzione a pochi metri di distanza da quella “vecchia”. Si tratta del famoso “arretramento” per il quale la città ha lottato strenuamente per anni: il risultato finale è stato ottenuto dalla giunta Giovannelli Bis e tra non molto si potrà finalmente godere non solo di una nuova struttura, ma anche degli effetti positivi che – si spera – tale riqualificazione avrà sul quartiere di San Simplicio, al momento un'area fortemente degradata e abbandonata a se stessa.

Il progetto della nuova stazione è molto moderno rispetto a quanto si trova nell'area: un po' come l'Hotel Mercure che ha rappresentato una svolta architettonica decisamente avveniristica rispetto alla media del centro olbiese. A realizzare il nuovo edificio per Rfi è Salcef Group Srl che lo descrive come “Un edificio moderno e luminoso che mescola forme dinamiche a trasparenze e materiali innovativi”. I lavori sono iniziati nel 2018 con la bonifica bellica e lo scavo per le fondamenta: dopo di che sono state realizzate le strutture di cemento armato dell'edificio viaggiatori e di quello tecnologico. Attualmente, i lavori stanno ancora procedendo e la stazione ha ormai preso forma: l'obiettivo è completare il tutto per il 2021. Il progetto prevede la costruzione della nuova stazione con fabbricato viaggiatori, fabbricato tecnologico, edicola, banchine e pensiline; realizzazione di un viale pedonale antistante il fabbricato viaggiatori, costruzione di un parcheggio kiss&ride con nuovi posteggi, realizzazione di una nuova viabilità di accesso per autobus e taxi. La nuova stazione di Olbia sarà un nuovo centro intermodale: qui il Comune ha pensato di realizzare anche un progetto dedicato alla bicicletta per favorire la mobilità sostenibile con varie combinazioni, tra cui treno-bici-treno per i pendolari.

Il tratto distintivo della nuova stazione, oltre alla linea morbida e futuristica, sarà il colore rosso. Scrive Salcef Group sul suo sito ufficiale: “Le strutture in cemento armato saranno interamente rivestite in GFRC – Glass Fiber Reinforced Concrete (calcestruzzo rinforzato con fibra di vetro), un materiale altamente tecnologico con possibilità di colorazione in pasta.

L’elemento che più caratterizza la nuova stazione dal punto di vista architettonico è la pensilina della prima banchina, composta da pannelli in GFRC di colore rosso porpora. Si tratta di un elemento fortemente dinamico grazie a curvature e cambi di quota, capace di collegare e definire i vari volumi della costruzione, stabilendo una forte continuità tra l’interno e l’esterno”.

Il legame tra Olbia e la ferrovia non si finisce con la nuova stazione: nella bozza del Recovery Plan datata 12 gennaio 2021, la nostra città è indicata tra quelle in cui compiere degli investimenti di upgrading, elettrificazione e resilienza. In particolare, viene nominata la linea ferroviaria di collegamento con l'aeroporto Costa Smeralda di Olbia. Sempre guardando i progetti della Rete Ferroviaria Italiana ecco il Contratto di Programma 2017-2021 (aggiornato tra il 2018 e il 2019): oltre all'arretramento della Stazione, è presente come Studio di fattibilità il raccordo tra i porti di Olbia, Porto Torres, Cagliari e tra l'Aeroporto di Olbia e quello di Alghero, ma anche il collegamento tra Olbia e Nuoro.

C'è un altro progetto, per ora inserito in un elenco, che riguarda i binari: si tratta del progetto per il raccordo ferroviario dell'agglomerato industriale con il porto Cocciani del Cipnes. E' inserito, da diverso tempo per la verità, nel Programma triennale delle opere pubbliche. Nella scheda più recente, si legge che nel 2022 si prevede un impegno finanziario di 500.000 euro, mentre come “costi su annualità successive” viene indicata la cifra da capogiro di “78.500.000 euro”. L'intervento è, però, indicato con priorità “3”: quella minima.