mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Novità per impiantisti e autoriparatori: le scadenze per il patentino per trattare i gas a effetto serra

Novità per impiantisti e autoriparatori: le scadenze per il patentino per trattare i gas a effetto serra
Novità per impiantisti e autoriparatori: le scadenze per il patentino per trattare i gas a effetto serra
Olbia.it

Pubblicato il 11 marzo 2013 alle 11:59

condividi articolo:

Arriva il patentino per gli artigiani che trattano i gas a effetto serra. Confartigianato Imprese Sardegna avvia l’assistenza per sostenere le oltre 2500 imprese coinvolte in tutta la Sardegna, in particolare frigoristi e autoriparatori, che svolgono attività di manutenzione, riparazione e installazione di sistemi di refrigerazione con queste particolari sostanze. L’Associazione, attraverso le proprie sedi in tutta la Sardegna, supporterà gli artigiani che avranno 6 mesi di tempo per mettersi in regola. Confartigianato, infatti, ricorda come il Ministero dell’Ambiente abbia istituito il Registro nazionale telematico delle persone e delle imprese in possesso della certificazione obbligatoria per operare su apparecchiature e impianti contenenti gas fluorurati ad effetto serra.

Le imprese, quindi, entro il 12 aprile ed esclusivamente per via telematica, devono inoltrare alle Camere di Commercio le richieste di iscrizione e di certificazione provvisoria. L’Ente Camerale ha poi 30 giorni di tempo, dalla data di richiesta, per verificare i requisiti e rilasciare il certificato provvisiorio Dal momento del rilascio del certificato provvisorio, le persone e le imprese hanno a disposizione sei mesi per ottenere la certificazione con il cosiddetto “patentino”; dopodiché l’iscrizione nel Registro diventa definitiva. “Chi non si certificherà non potrà più gestire impianti contenenti gas fluorurati ad effetto serra. Il mancato rispetto della normativa esporrà l’operatore a sanzioni pesanti, che vanno da 7.000 a 100mila euro, e ad eventuali rischi di natura penale”, spiegano da Confartigianato Imprese Sardegna. Come detto, la platea è ampia. La novità riguarda tutti coloro che svolgono attività di installazione, manutenzione e riparazione di impianti e apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d’aria, di pompe di calore, impianti antincendio, commutatori ad alta tensione e di altri apparecchi contenenti gas fluorurati. A questi soggetti si aggiungono gli autoriparatori addetti al recupero di gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli. Tutte le informazioni si potranno ottenere presso le sedi provinciali di Confartigianato in tutta la Sardegna.