lunedì, 25 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

La spingono a fare video, poi inviano tutto a compagni: denunciati 3 minorenni

La spingono a fare video, poi inviano tutto a compagni: denunciati 3 minorenni
La spingono a fare video, poi inviano tutto a compagni: denunciati 3 minorenni
Olbia.it

Pubblicato il 18 ottobre 2020 alle 16:25

condividi articolo:

Cagliari, 18 ottobre 2020 - Una ragazzina cagliaritana minorenne è stata salvata grazie alla denuncia di due madri e all'attività della Polizia Postale che è riuscita non solo a rintracciarne l'identità, ma a capire anche chi aveva dato il via a un vero e proprio incubo.

La giovanissima, secondo la ricostruzione degli inquirenti, è stata spinta da altri 3 ragazzini - definiti come "flamer" - a girare video e a scattare foto con contenuti autolesionistici e pedopornografici. I flamer sono degli individui che, all'interno di una chat, scrivono messaggi volutamente offensivi, umilianti e denigratori a dei bersagli con l'obiettivo di annientarli psicologicamente e indurli ad atti di autolesionismo o altro. La piccola sarebbe finita proprio in una di queste reti.

A far scoprire tutto sono state due madri che, con in mano i cellulari delle figlie, si sono recate a denunciare l'esistenza di questo materiale. Video e foto, infatti, sono stati spediti ai compagni di classe. Una volta individuata la vittima, che si trovava in un grave stato di disagio psicologico, gli inquirenti si sono concentrati su chi avrebbe inviato il materiale.

I presunti autori sono tutti minorenni e sono originari di Napoli, Reggio-Calabria e Pesaro-Urbino.