giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Cultura, Musica

Giuseppina Testone e il suo destino segnato dallo Zecchino d'Oro

Il grande talento vocale ora guarda oltre l'Isola e sogna l'Argentina

Giuseppina Testone e il suo destino segnato dallo Zecchino d'Oro
Giuseppina Testone e il suo destino segnato dallo Zecchino d'Oro
Laura Scarpellini

Pubblicato il 02 maggio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Giuseppina Testone dal suo precoce esordio nella musica nn sie è mai fermata. Ora sogna l'Argentina

Ozieri. Che da piccoli si posseggano già le giuste dosi di talento, carattere e di personalità, è cosa ben nota. Giuseppina Testone già da tenera età ha manifestato la sua grande passione, e il talento per la musica: “Fin da piccola sentivo la musica nel sangue e cantavo praticamente sempre, in tutti gli angoli della casa. All'età di 6 anni per gioco, i miei genitori mi iscrissero allo Zecchino d'Oro, dove arrivai alla finale regionale. Posso dire che da lì che partí un po' tutto! Iniziai ad amare lo stare su un palco”.

Infatti proprio da quell’episodio iniziano le sue partecipazioni a diversi festival canori in giro per la Sardegna, portando anche orgogliosamente a casa numerosi premi. Ma ecco che dopo anni di avventure musicali arriva la scelta da fare in ambito scolastico: “Dovevo scegliere una scuola superiore adatta a me e visto che questa passione del canto si faceva sempre più grande, mi iscrissi al Liceo Musicale Sebastiano Satta di Nuoro”

Arrivano per Giuseppina Testone anche le partecipazioni a masterclass di discografica e di canto moderno, e tra il   2016 al 2018 le partecipazioni a diversi spettacoli estivi, in giro per l’Isola. “Salire sul palco da cantante solista. e da corista con delle band regionali, è stata una grande emozione. Terminati gli studi liceali decisi di andare a studiare fuori dalla Sardegna. Si aprirono per me le porte della Torino Musical Academy. Avevo bisogno di buttarmi, immergermi e scoprirmi in un'altra grande passione che come si può dedurre dal titolo stesso di questa scuola è il: Musical”.

La pandemia stravolge i piani e Giuseppina Testone torna in Sardegna terminando così i suoi studi online: “Adesso sono in Sardegna già da un anno, e qualche mese frequento il 1°anno del corso di  Progettazione Gestione, e Promozione Turistica di Itinerari della cultura e dell'ambiente, dell'università di Sassari. Il corso si occupa prevalentemente di creare dei manager turistico culturali specifici della Sardegna, ossia figure non presenti in questo settore”.

Ma per Giuseppina Testone il canto e il palco sono delle vere e proprie necessità: “La musica mi fa sentire viva, e sento di essere veramente me stessa solo quando canto. È come se andassi in un altro mondo paradisiaco. I miei genitori mi hanno incoraggiato da subito a seguire la mia passione musicale. Con loro ho uno splendido rapporto. Mi sono sempre stati vicini e i primi a crederci, e a sostenere questa mia passione. Hanno fatto di tutto affinchè io la potessi realizzare. Mi hanno trasmesso sicurezza e fiducia in me stessa. Sempre”.

 Ma il blocco totale imposto dall’emergenza Covid, di certo mette a dura prova il mondo musicale, e Giuseppina Testone non vive molto bene tale restrizione: “Mi manca parecchio salire su un palco e cantare e spero davvero che questa triste situazione possa volgere al termine il prima possibile. Nonostante questa amarezza continuo a cantare per tutta la casa e pubblicare dei video sui social. Ho moltissime persone che mi seguono da quando ho iniziato ad esibirmi, e loro sono la mia forza”. Prosegue poi Giuseppina Testone in merito a quanto sono stati determinanti i mesi della pandemia: “Ho riscoperto veramente diverse cose. Ma soprattutto ho iniziato a smettere di far finta che non esistano, una soprattutto fra tutte: la mia fragilità. A livello personale nonostante questa triste situazione ho avuto l'opportunità di avere anche alcuni momenti gioiosi, e di capire meglio tante cose per il mio futuro. Penso inoltre che tutta questa grande difficoltà e questo sacrificio che si è dovuto affrontare e che ancora si sta affrontando, mi abbia aiutato a capire il vero valore della nostra normalità, di quelle piccole cose che hanno sempre fatto parte della nostra vita quotidiana. Spesso non abbiamo dato loro la giusta importanza

A Giuseppina Testone piace molto ricordare un suo progetto musicale che l’ha coinvolta nel 2018: “Mi aveva incuriosito un contest proposto da Sóleandro dove si chiedeva di eseguire una versione personalizzata del brano "Savitri (Cantico D'amore)". Ho partecipato per gioco e per saggiare le mie attitudini nel canto sardo. Quello è stato l’inizio di un percorso che ha portato poi me ed i finalisti, i cosiddetti "Savitrini’’, a seguire un seminario curato e gestito dall'entronauta Sóleandro”. Giuseppina Testone  racconta con molto entusiasmo: “Un seminario molto interessante dove la musica si concepisce come linguaggio dell’anima. Su questo devo lodare il maestro Sòleandro per la sua generosità avendo messo a disposizione di tutti i partecipanti la sua arte e la sua esperienza maturata nella sua lunghissima carriera. Il percorso è continuato poi personalmente dove sono stata scelta come guest nel brano Eva (TUE PRO A MIE) https://youtu.be/0wW5SHpL2BE. Grazie a questa esperienza mi sono potuta rendere conto di  tutto il lavoro che sta dietro ad una produzione. Ancora oggi ho una grandissima soddisfazione per avervi partecipato”.

Il sodalizio artistico con Sòleandro tutt’oggi prosegue per Giuseppina Testone ,ed il lavoro che si svolge è legato ad un progetto di crescita artistica e ad una concezione evoluta della musica in Sardegna.

La giovane cantante originaria di Ozieri ora già guarda oltre: “Un mio sogno nel cassetto sarebbe che questo percorso mi porti ad una consapevolezza delle mie possibilità, per poter esprimere al meglio con la musica, la mia anima mediterranea”

Ora Giuseppina Testone guarda lontano, per un futuro prossimo. Dopo tante esperienze musicali in Italia tra concorsi e talent famosi ecco le sue novità: “Con Sóleandro abbiamo pensato ad un nuovo percorso artistico, ad iniziare dal mio nome d’arte: Josefina. Sarebbe il mio nome tradotto in spagnolo, perché io sono innamorata dell'Argentina, della sua meravigliosa lingua e adoro soprattutto una cantante di Buenos Aires: Martina Stoessel. Vorrei conoscere in Spagna ma soprattutto in America Latina. Sono consapevole che sia una aspirazione troppo alta, e che possa sembrare quasi impossibile, irraggiungibile. Ma non costa nulla crederci, impegnarmi e provarci”.

C’è da credere che Giuseppina Testone seguirà con tutte le sue capacità il suo sogno. D’altra chi ben comincia (dimostrando talento e grinta allo Zecchino d’Oro) è sulla strada gi