Sunday, 16 June 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca, Generale, Turismo

Gian Mario Figoni Frau racconta Sardegna Turistica

Ecco come nasce il progetto

Gian Mario Figoni Frau racconta Sardegna Turistica
Gian Mario Figoni Frau racconta Sardegna Turistica
Barbara Curreli

Pubblicato il 09 June 2024 alle 07:00

condividi articolo:

Olbia. Mezzo secolo di passione, curiosità, voglia di imparare e non fermarsi mai, ecco la storia di Gian Mario Figoni Frau, figura poliedrica che passa dalla professione di programmatore, progettista, tecnico e informatico ad appassionato di Archeologia. Figoni è il padre della pagina "Sardegna Turistica" pagina nata dopo aver riflettuto sull'importanza del Marketing, della comunicazione, della promozione di sé stessi e delle proprie soluzioni. Figoni punta alla promozione e valorizzazione, agli eventi culturali e alla divulgazione scientifica. Dopo aver studiato Economia e Marketing a Sassari e aver lavorato alla Microsoft sceglie il percorso della promozione del territorio della Sardegna, più esattamente l'interno. Lui, che per tanti anni è stato in America, facendo anche la guida turistica si è riscoperto ancor più attento ai temi delle tradizioni e delle origini di un territorio, e ha ulteriormente accresciuto e alimentato la sua passione sull'archeologia.

Tornato definitivamente in Sardegna a Gennaio del 2020 fa un'intervista nell'area di santa Cristina nell'oristanese, dopo questo primo successo si ritrova anche lui catapultato nella difficile realtà del lockdown e allora ci racconta che pensò: "Sono tutti a casa! Portiamo l'archeologia dentro casa" e da lì ha dedicato diverse serate a parlare di archeologia, coinvolgendo professori, professionisti, fornendo momenti di conferenze divulgative. La sua formula prevede: "presento l'archeologia a portata di tutti, in modo semplice, affinché tutti possano comprenderla." Ogni settimana ha proseguito con una diretta serale, si tratta di incontri che possono essere utili agli studenti così come agli appassionati, certamente sono presenti ogni volta figure di grande rilievo professionale che condividono studi e dati.

"Dato il successo dell'iniziativa, -prosegue Figoni- per necessità proprio nel 2021 ho creato anche un gruppo Fb "Archeologia e turismo culturale" , gruppo che mi consente un ulteriore confronto con tutti gli utenti, poiché mi piace avere riscontri e confrontarmi con gli utenti che ci seguono dalle varie parti del mondo, in una delle ultime conferenze ci siamo ritrovati a dialogare tra Oristano, Olbia e la Spagna, con tanti sardi che vivono e lavorano all'estero, " ricorda sorridente. Ma Gian Mario Figoni Frau non si ferma e ci racconta anche del progetto "Archeocaccia, caccia ai tesori di Sardegna," idea nata due anni fa a cui hanno aderito 35 siti e musei della Sardegna, e proprio sul suo progetto al momento viene scritta una tesi, motivo di orgoglio per lo stesso Figoni.

Il prossimo passo sarà creare degli eventi ad hoc, ragionare su come il marketing può aiutare l'archeologia. Lui non è un archeologo ma un divulgatore, studia tanto e legge tanto, vuole raccontare le antiche tecnologie, Archimede, a tal proposito cita l'ingranaggio inventato da Archimede rinvenuto a Olbia.
E sul finire precisa ulteriormente la preziosa collaborazione attivata con le Università e la Sopraintendenza, lui in primis ricerca figure di esperti e professionisti, e a riprova ricordiamo proprio il ciclo di incontri che si sta concludendo al Community hub, dal titolo "Archeologia in Gallura", in cui Figoni accompagnato da Archeologi e altri professionisti ci ha raccontato il nostro territorio e come ricorda lui stesso: "possiamo imparare a conoscere la storia di luoghi che vediamo spesso e su cui non ci soffermiamo per imparare cosa nascondono e cosa raccontano."