Da 487 giorni 2 ore 33 minuti 35 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Cronaca Gallura

Gallura, attenzione: ecco la truffa dello specchietto

Nomasvello Olbia 1085

Olbia, 23 marzo 2019 – La truffa dello specchietto, molto “popolare” nello Stivale, non solo è sbarcata in Sardegna ma sta prendendo piede anche in Gallura.

L’ultimo caso segnalato alle forze dell’ordine è accaduto a pochi chilometri da Olbia, precisamente sulla SP 87 che congiunge la Olbia-Loiri-Padru SP 24 alla 4 corsie SS 131 DCN.

Morostesa 2019

Protagonista, suo malgrado, della vicenda è una giornalista, Eleonora D’Angelo, che però non subiva questo tentativo di raggiro per la prima volta e dunque è riuscita a “salvarsi”.

“Ieri – spiega la giornalista Eleonora D’Angelo -, a Trudda, poco prima di prendere la 131, ho sentito un colpo alla macchina. Un sasso. Lì per lì mi sono spaventata perché pensavo di aver investito un gatto o un cane”.

Di cani o gatti nemmeno l’ombra.

“Stamattina ripasso nello stesso punto e succede la stessa cosa. Colpo alla macchina, ma invece di prendere la 131 proseguo per Murta Maria, mi insegue una macchina rossa, mi suona e cerca di fermarmi. Mi sono fermata perché la mia auto ha un difetto e pensavo potesse essere quello”.

“Il giovane, sulla ventina con accento del sud Italia, si è avvicinato e mi fa ‘Ma non ti sei accorta di cosa hai fatto? Non hai sentito il botto alla macchina? Mi hai colpito lo specchietto’ e lì ho capito subito di cosa si trattava, perché mi era già successo: gli ho detto che avrei chiamato la polizia e lui si dileguato immediatamente”.

Caso isolato? Neanche per sogno. “Torno a casa e chiedo informazioni: vengo a sapere che non è la prima volta che accade”.

Eleonora D’angelo ha segnalato prontamente il caso alle forze dell’ordine.

Questa truffa è molto diffusa, perciò prestiamo molta attenzione quando percorriamo le nostre strade provinciali.

Generalmente l’auto “civetta” con la quale compiono il raggiro è posteggiata sul ciglio della strada, oppure è nascosta. Quando passa la “vittima”, gli autori del raggiro colpiscono l’auto con un sasso o con qualcos’altro, simulando così la rottura di uno specchietto.

Ovviamente, lo specchietto della loro auto è già rotto.

In questi ultimi mesi, i casi di questo genere si sono moltiplicati in tutta la Sardegna.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto