lunedì, 08 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Arzachena, bambino segregato: chiesti 12 anni per genitori e zia

Arzachena, bambino segregato: chiesti 12 anni per genitori e zia
Arzachena, bambino segregato: chiesti 12 anni per genitori e zia
Olbia.it

Pubblicato il 28 maggio 2020 alle 20:52

condividi articolo:

Arzachena, 28 maggio 2020 - Si è svolta oggi nel tribunale di Tempio Pausania la prima udienza del processo a carico dei genitori e una zia ritenuti responsabili di segregazione e maltrattamenti nei confronti di un ragazzino di 12 anni. Come riporta L'Unione Sarda, la richiesta del Pm Luciano Tarditi per tutti e tre - difesi dagli avvocati Angelo Merlini, Alberto Sechi e Marzio Altana - è 12 anni di carcere.

A scoprire il caso nel luglio scorso i Carabinieri di Olbia grazie a una telefonata al 112 fatta proprio dalla presunta vittima. Le delicate indagini portarono all'accusa i genitori del ragazzino e di una zia, considerata dagli investigatori la presunta ispiratrice dei "metodi di correzione" brutali che sarebbero stati usati sul giovane.

Nel corso dell'indagine, tutti avevano ammesso le loro responsabilità e chiesto il rito abbreviato. Gli accusati si trovano ai domiciliari con l'accusa di maltrattamenti e di sequestro di persona. Il 12enne è invece in una comunità protetta.

Ora non resta che attendere il verdetto del GIP Marco Contu prevista il mese prossimo.