domenica, 24 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Alluvione Bitti: il paese, piano piano, rinasce

Alluvione Bitti: il paese, piano piano, rinasce
Alluvione Bitti: il paese, piano piano, rinasce
Angela Galiberti

Pubblicato il 05 dicembre 2020 alle 11:17

condividi articolo:

Bitti, 5 dicembre 2020 - Sono passati 7 giorni esatti da quella terribile mattina che ha segnato, ancora una volta, la storia del paese di Bitti: per 7 giorni le squadre della protezione civile, dei Vigili del fuoco, dei bittesi volontari hanno lavorato incessantemente per riportare il paese alla normalità. Una normalità fittizia, perché ora c'è da ripensare alla ricostruzione e bisogna dare risposte ai cittadini sfollati e a tutti i residenti che vivono, purtroppo, in un territorio a rischio.

In alcuni punti, il fango arrivato in paese ha superato abbondantemente il metro e mezzo d'altezza fino a raggiungere i primi piani di numerosissime abitazioni. La prima area liberata dal fango, simbolo dell'alluvione e al contempo della rinascita, è stata Piazza Asproni: la bella piazza di Bitti che, sette giorni fa, si è trasformata in un immenso catino di acqua, fango e detriti. La piazza è tornata, lentamente, al suo splendore: con lo stesso spirito, le squadre lavorano per liberare le strade inondate da una montagna di fango.

"Dal 28 novembre sono 68 i cittadini evacuati: 6 ospitati in strutture di ricezione del paese e 62 a casa di amici o parenti. Una notizia importante arriva dalle ricognizioni nel sottosuolo fra i canali tombati che attraversano le vie maggiormente interessato dall’alluvione: una squadra speleologica dei vigili del fuoco e l’ingegnere comunale hanno ispezionato il canale tra via Cavallotti, piazza Asproni e via Brigata Sassari fino a piazza San Giovanni trovandolo perfettamente integro per larghi tratti con fenomeni di collasso agli estremi della via Cavallotti e in prossimità della Piazza San Giovanni. Soprattutto gli interventi fatti subito dopo l’alluvione del novembre 2013 dall’amministrazione Ciccolini non hanno subito danni, nonostante l’urto devastante della bomba d’acqua di alcuni giorni fa, evitando quindi di creare ulteriori condizioni di pericolo", si legge sulla pagina comunitaria In Bitti.

Tanti i giovani bittesi coinvolti nella rinascita del paese, anche con gesti simbolici, come lo striscione issato in Piazza Asproni da due studentesse dicassettenni che - accanto al busto dell'illustre bittese Giorgio Asproni - affermano: #TutticonBitti e #BittiNonSiArrende.

(Tutte le foto sono tratte dalla pagina comunitaria In Bitti)