lunedì, 17 gennaio 2022

Informazione dal 1999

Generale, Animali

Uccisi 400 colombacci: la denuncia della Lipu

La strage sarebbe avvenuta a Villacidro

Uccisi 400 colombacci: la denuncia della Lipu
Uccisi 400 colombacci: la denuncia della Lipu
Olbia.it

Pubblicato il 01 novembre 2021 alle 08:37

condividi articolo:

Villacidro. Non è passato inosservato un filmato in cui viene mostrato il risultato di una strage ai danni della spece dei colombacci: 400 animali uccisi e dati in pasto al web con un filmato di "autocelebrazione". Gli autori sarebbero sardi e il filmato sarebbe stato fatto da alcuni "cacciatori" nel territorio di Villacidro.

Le immagini sono finite nelle mani della Lipu, l'associazione nazionale che tutela le specie volatili: ""Circola un filmato su WhatsApp in cui alcuni cacciatori di Villacidro, facilmente identificabili e di alcuni dei quali si fa il nome, mostrano con evidente orgoglio e soddisfazione una quantità impressionante di colombacci uccisi verosimilmente nelle campagne del Nuorese e disposti su una lunga, squallida tavolata", afferma il coordinatore regionale Francesco Guillot.

L'associazione rincara la dose: "Si tratta di una strage inutile che danneggia non solo l'ambiente ma anche tutti i cacciatori che sono rispettosi dei limiti dettati dalla legge - osserva Guilllot -. Abbiamo stimato in circa 400 gli esemplari abbattuti cui si devono aggiungere tutti quelli che, feriti, sono andati a morire lontano e quelli che non sono riusciti a recuperare. Il colombaccio Columba palumbus è il più grande colombo europeo, con un'apertura alare dai 75 agli 80 cm e può pesare dai 460 ai 570 grammi. Specie nidificante in Sardegna, in questo periodo si aggiungono gli esemplari svernanti e di passo. Ricordiamo che per la Legge regionale e il calendario venatorio il numero massimo di capi abbattuti per giornata è di 15 per ciascun cacciatore".

Il filmato è stato segnalato alle autorità competenti.