Da 906 giorni 21 ore 54 minuti 36 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400
Cronaca Olbia

Olbia: due importanti medaglie per il team dell’Angedras taekwondo

I successi degli atleti olbiesi all’open di combattimento

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo

Olbia, 14 aprile 2018 – Due giornate di incontri 1200 atleti iscritti, e 9 esagoni di gara: questi i numeri visti a Velletri, per il secondo Open di combattimento di taekwondo, ai Castelli Romani. Una gara a cui hanno partecipato tutte le fasce di età, di tutte le cinture, tra cui anche il team olbiese del maestro Antonio Carta, con 5 atleti. L’Angedras taekwondo torna in città con due medaglie.

Le soddisfazioni sono arrivate sin dalla mattina, con il bronzo del piccolo Emilio Sarao. Sarao, 7 anni appena compiuti, al suo esordio nelle gare di combattimento, ha superato ottavi di finale, e quarti dominando gli avversati. 13-6 il primo incontro, 20-0 il secondo, vinto per superiorità. Per problemi fisici decide di non disputare la semifinale.

Spesati article offerte

Nella mattinata è stata anche la volta di Diego Piccinnu, che però termina il suo cammino agli ottavi. Diego, che è sempre stato in gara, lottando con forza e tenacia, mostrando la sua bravura e la sua tecnica, non si è intimorito davanti all’avversario.

Anche Andrea Mura, fresco di convocazione all’Entry Stage con il direttore tecnico della nazionale italiana, si deve arrendere ai quarti. Andrea, come Diego, non si inchina all’avversario, ma lotta fino in fondo.

Ottima prestazione di Manuel Madeddu, che passa brillantemente gli ottavi, e si deve arrendere alle scelte dell’arbitro. Madeddu infatti, sempre in vantaggio, ottiene diversi ammonizioni che lo portano a finire l’incontro in parità. Il golden point lo penalizza, fermando il suo cammino.

Nella giornata di domenica è arrivata la seconda medaglia per il team Carta. A salire sul podio, questa volta sul secondo gradino, è Roberto Angius, classe 2002. Il campione regionale in carica, si ritrova per la prima volta a combattere nella categoria cinture rosse. Dopo una semifinale combattuta, nella quale batte con disinvoltura contro il forte l’avversario (fresco vincitore dell’Insubria Cup) per 13-17, in finale deve affrontare il veterano Ariganello.

Angius è avanti alla fine del primo e del secondo round, ma nel finale non riesce a tenere l’avversario, a causa del fisico debilitato dalla stanchezza per gli incontri precedenti, e deve arrendersi all’avversario,

Grande soddisfazione per i risultati ottenuti: un test molto positivo, in vista dei prossimi campionati regionali di maggio. La preparazione continua presso il Planet Fitness, in vista dei prossimi eventi.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

Prink 1400
In Alto