sabato, 16 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

San Teodoro, messa di Natale delle 24 anticipata: Don Cossu dice la sua

San Teodoro, messa di Natale delle 24 anticipata: Don Cossu dice la sua
San Teodoro, messa di Natale delle 24 anticipata: Don Cossu dice la sua
Olbia.it

Pubblicato il 04 dicembre 2020 alle 17:22

condividi articolo:

San Teodoro, 4 dicembre 2020 - Il parroco di San Teodoro Don Alessandro Cossu - molto attivo su Facebook - ha pubblicato un post che ha scatenato una polemica sul social. In seguito alla notizia - da parte del Governo - di anticipare la Santa messa alle ore 22, Don Cossu ha annunciato che lui avrebbe comunque celebrato la messa di Natale a mezzanotte "a costo di essere arrestato". Ovviamente la frase voleva essere solo una provocazione ma da qui la gente si è divisa, chi dalla sua parte dando ragione al parroco e chi invece ha fatto notare che comportandosi in questo modo non avrebbe dato il buon esempio nel seguire le regole.

Ed ecco che a distanza di qualche giorno il parroco nuovamente tramite video afferma che: "Io avrei celebrato la messa a mezzanotte il giorno di Natale, perché effettivamente non cambia niente celebrarla alle 22 o alle 24, ma per i Cristiani cambia. Ho fatto quel video qualche giorno fa perché come tutti anche io volevo dire la mia. Non trovo giusto che il Dpcm sia uguale in tutte le Regioni, ma penso che la situazione sia diversa da una grande città ad un piccolo paese".

"Il giorno di Natale io celebrerò la messa al giusto orario - a mezzanotte - in streaming. Ma c'è da dire che comunque in chiesa vengono rispettate tutte le norme come il distanziamento, mascherina, lavaggio mani con disinfettante e dopo la celebrazione - così come potrebbe avvenire alle 22 - i fedeli sarebbero potuti tornare nelle loro case. Quindi non vedo dove sia il problema".

Insomma quella che voleva essere una simpatica rivisitazione della famosissima canzone di Adriano Celentano trasformata in "A mezzanotte sai che io celebrerò" è diventato un video virale super cliccato e anche molto contestato.

Cronaca

Cronaca