giovedì, 06 ottobre 2022

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia: tornano dal cenone e trovano lago di sangue

Olbia: tornano dal cenone e trovano lago di sangue
Olbia: tornano dal cenone e trovano lago di sangue
Angela Galiberti

Pubblicato il 01 gennaio 2017 alle 12:01

condividi articolo:

Olbia, 01 Gennaio 2017- Tornare a casa dopo il cenone di Capodanno e trovare un lago di sangue.È ciò che è successo a una giovane coppia olbiese residente in una traversa di via Barcellona. Una visione apocalittica e terribile che ha fatto pensare al peggio poiché in quella casa vive uno splendido e amatissimo pastore tedesco: Zelda.

Un ignoto malvivente, infatti, si era introdotto nella casa dei due giovanie l'unica traccia degli eventi era un immenso lago di sangue: della bellissima Zelda non c'era alcuna traccia. Immediato l'appello dei padroni su Facebook che in pochissime ore ha raccoltopiù di 1000 condivisioni e quasi 300 commenti. L'obiettivo era quello di trovare il cane nel più breve tempo possibile.Il sangue sul pavimento faceva pensare a cose terribili: Zelda ferita a coltellate, Zelda in difficoltà, Zelda che nel difendere la sua casa ha la peggio.

In poche ore la città si è mobilitata per questo splendido cane e alla fine il mistero è stato risolto: Zelda è stata trovata, ma in ottima salute. Il sangue a terra non era il suo, ma dell'incauto ladro che ha provato a rubare all'interno di una casa difesa da un diretto discendente del lupo selvatico. Zelda, infatti, ha difeso la sua casa con tutta sé stessa e ad avere la peggio è stato proprio il ladro che, fuggendo, ha lasciato una scia di sangue fino a Piazza Nassirya.

Del ladro, al momento, nessuna traccia: è probabile, però, che a causa delle ferite riportate debba ricorrere alle cure dei medici e a questo punto, identificarlo non sarà difficile.

++ Aggiornamenti ++

Ore 14:00 - La casa teatro di quello che a prima vista sembrerebbe essere un tentativo di furto andato male è sotto la lente di ingrandimento della Polizia, la quale ha aperto un'indagine. La Scientifica si è recata sul posto e ha setacciato il luogo del 'delitto'. In particolare, gli agenti si sono concentrati sul sangue. Le tracce ematiche non si trovano solo nella casa, ma anche all'esterno e fanno intuire il percorso fatto dal presunto ladro morsicato. È possibile che Zelda, dopo aver difeso la sua casa, abbia inseguito l'uomo all'esterno della stessa dando vita ad un vero e proprio braccaggio. Gli inquirenti stanno visionando le immagini catturate dalle telecamere a circuito chiuso della zona. In particolare potranno essere molto utili quelle di Piazza Nassirya.