domenica, 25 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Generale, Nera, Animali

Olbia: storia di Bric, ucciso da branco di cani incustoditi in Zona Industriale

Terrore in Zona Industriale per tre cani pericolosi

Olbia: storia di Bric, ucciso da branco di cani incustoditi in Zona Industriale
Olbia: storia di Bric, ucciso da branco di cani incustoditi in Zona Industriale
Patrizia Anziani

Pubblicato il 30 maggio 2021 alle 19:40

condividi articolo:

Olbia. Una data che tanti olbiesi e turisti cercheranno a fatica di dimenticare, quella di sabato 22 maggio a Olbia. Il primo sabato in zona gialla è stata una serata in cui si sono vissuti momenti di pesanti disordini in Piazza Matteotti, Via Regina Elena, Piazza Regina Margherita, Molo Brin e ora, a distanza di una settimana veniamo a conoscenza di una brutta storia che ha dell'incredibile e di un dolcissimo cane meticcio di nome Bric massacrato da tre enormi cani incustoditi.

Questi ultimi hanno fatto irruzione in branco nel luogo che Bric considerava il più sicuro del mondo: il suo territorio, il grande e accogliente spazio recintato che delimita uno dei capannoni industriali di Via Marocco. 

Bric era un dolcissimo cane, un trovatello accolto dieci anni fa dalle proprietarie Jolanda e Melania, da sempre amanti degli animali.

Bric da un mese aveva perso sua madre per via di un tumore, ma conosceva bene il suo territorio ed era abituato al via vai dei clienti e dei proprietari, che tra una pausa e l'altra di lavoro non dimenticavano di elargire affetto e carezze.

Un cane tenuto benissimo, sano e che aveva a disposizione non solo il cibo, ma anche una grande cuccia all'ombra. Lui da 10 anni era libero di girare nel suo immenso regno fatto anche di un giardino con alberi.

Sono state le proprietarie ad accorgersi per prime di quello che era successo in un attimo. Bric è stato trovato in una pozza di sangue, sangue ovunque, e solo dopo la straziante visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza si è riusciti a ricostruire il terribile accaduto.

Tre cani erano riusciti ad irrompere nella grande area di delimitazione del capannone, qualche minuto dopo in cui era uscito il giardiniere al termine della sua giornata di lavoro. Intorno alle 14 di quel sabato lui, che aveva chiuso per bene tutto, mai avrebbe immaginato che se fosse uscito anche solo qualche minuto dopo, forse avrebbe fatto la stessa fine del dolcissimo cane Bric.

Tre bestie feroci hanno circondato l'animale che è andato loro incontro scondinzolando mansuetamente. Il filmato è sconcertante. La femmina di razza pitbull è la più feroce, sarà lei a uccidere Bric. Una volta aggredito l'animale, fino ad ucciderlo,  i tre cani gireranno per vedere se c'è qualcos'altro da fare. 

Vedere quelle immagini immortalate del video è straziante. Alle proprietarie di Bric non è rimasto altro che segnalare l'accaduto alle guardie ecozoofile di Olbia. Il giorno dopo, domenica 23 maggio i cani verranno recuperati e portati al Canile Comunale gestito dalla Lida di Olbia.

Solo uno dei tre cani è risultato provvisto di microchip, ma questo, secondo una prima ricostruzione dei fatti, al momento sarebbe risultato intestato a una donna del Sud Sardegna, completamente estranea ai fatti. 

Le indagini per rintracciare il proprietario dei cani sono tutt'ora in corso e le proprietarie di Bric stanno valutando una denuncia contro ignoti per mancata custodia del cani, oltre al terribile danno di aver perso l'amato Bric, un cane dolcissimo e innocuo che da dieci anni viveva con loro custodito e amato.