Sunday, 23 June 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca, Fotografia, Generale

Olbia, "Spiagge": ecco la mostra fotografica in bianco e nero di Silvano Marcias

L'evento in via Cavour

Olbia,
Olbia,
Olbia.it

Pubblicato il 16 March 2023 alle 07:00

condividi articolo:

Olbia. Venerdì 17 marzo alle ore 18:30 presso la Società dello Stucco in via Cavour 43 ad Olbia, verrà inaugurata la mostra in bianco e nero di Silvano Marcias, "Spiagge". Scrive in una nota Marco Navone: "A Silvano Marcias piace il bianco e nero. Quello bello, contrastato, che amo moltissimo e mi faceva molto arrabbiare quando pretendevo di ottenerlo, ai tempi della pellicola, dai miei amici amanti del grigio. La sua fotografia è secca, diretta, senza fronzoli, piena di poesia. Avevo già avuto modo di apprezzare i suoi lavori quando scelsi un suo reportage, quello sul circo, per l’edizione 2019 del festival della fotografia".

"Lui lo conoscevo perché parente di un regista mio caro amico, col quale condivide il cognome. Silvano è anche uomo di cinema, figlio di proiezionista, di quella generazione che i film li ha consumati con gli occhi fin da bambino. E questa eredità si vede nelle sue immagini che hanno una grande e decisa piega cinematografica. Il soggetto di questo reportage sono le Spiagge, luogo magico e trasformista per eccellenza, soprattutto dalle nostre parti. D’inverno e durante la pandemia, le grandi distese di sabbia lambite dal mare hanno assunto il loro aspetto originario, selvaggio, deserto, incantato".

"Con l’estate e soprattutto con la rinnovata voglia di uscire della popolazione i nostri litorali sono ritornati a vivere, a popolarsi, a palpitare di vita. Silvano si muove elegante nelle diverse modalità, lascia chiara traccia della visitazione ma indugia sul particolare, sulle vedute, deserte o con solo accenni di umanità, sull’idea di silenzio e di pulizia che non riesce ad arrivare fino in fondo, sempre qualcosa che sa di vita ci ricorda che gli uomini la abitano. Si sofferma sulle attività che la spiaggia porta con sè, sul lavoro, sia degli addetti alle concessioni, sia degli ambulanti, sugli spettacoli pronti ad essere eseguiti, sullo sport, magari appena accennato da solitari atleti all’orizzonte. La sua abilità sta nel vestire di contenuti profondi un tema di per se banale come i litorali estivi, lo fa con il suo stile immediatamente riconoscibile. E ci lascia una malinconica voglia di mare assolato che solo una fotografia di alto profilo sa trasmettere", conclude la nota.