lunedì, 25 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia. Anna Massimetti: successo di pubblico per "Ti presento i tuoi nemici"

Olbia. Anna Massimetti: successo di pubblico per
Olbia. Anna Massimetti: successo di pubblico per
Olbia.it

Pubblicato il 15 novembre 2017 alle 14:36

condividi articolo:

Grande successo per la presentazione di "Ti presento i tuoi nemici": un evento piacevole con tanti spunti di riflessione.

Risate, applausi, scherzi, ma anche tanti spunti sui quali riflettere: la presentazione al pubblico di "Ti presento i tuoi nemici" è stato un evento di grande successo di critica e di pubblico, tanto che la sala rossa dell'Expo di via Porto Romano ha registrato il tutto esaurito.

Anna Massimetti, assicuratrice di grandissima esperienza e autrice de "Ti presento i tuoi nemici", ha tenuto banco per oltre un'ora, regalando al pubblico presente in sala una serata molto piacevole, caratterizzata da una serie di racconti di vita vissuta a volte simpatici e divertenti, altre volte drammatici. Eventi, questi, che hanno profondamente segnato la scrittrice-assicuratrice non solo come persona, ma soprattutto come professionista tanto da farle concepire il suo lavoro quasi come una "missione".

Missione che in "Ti presento i tuoi nemici" è chiara, lampante, alla luce del sole: lo scopo ultimo dell'assicuratore non dovrebbe essere strappare polizze su polizze al cliente, ma aiutare il cliente a scaricare il rischio sull'assicurazione con un prodotto calibrato sulle sue personali esigenze lavorative e familiari. Il libro, scritto con brio e passione, illustra al lettore tutti gli errori che in buona fede si fanno con l'obiettivo nobilissimo di proteggersi, di proteggere la propria famiglia e di proteggere il proprio conto in banca. Errori d'amore che, di fronte a un imprevisto tragico, rischiano di trasformarsi in un boomerang scagliato contro quelle persone che si volevano tutelare.

L'esempio principe che Anna Massimetti, Agente Generale UnipolSai Assicurazioni, descrive in uno dei tanti aneddoti è quello del padre di famiglia che stipula un'assicurazione sulla vita e che si ritrova, dopo anni, non solo a dover affrontare un male incurabile ma anche un prodotto assicurativo che non tutelerà i congiunti alla sua morte. E ancora: il libretto di risparmio per il figlio che non coprirà mai un'eventuale scomparsa genitoriale, il cagnolino non assicurato che sfugge al proprietario e provoca un incidente, un tubo che si rompe e danneggia la casa dell'inquilino del piano inferiore, il sassolino che spacca il parabrezza dell'auto, e così via all'infinito perché il rischio è sempre in agguato anche se facciamo finta di non vederlo.

Tematiche serie, queste, che Anna Massimetti ha affrontato con una leggerezza impalpabile e discreta davanti a un pubblico molto presente e attento anche grazie alla brillante co-conduzione della giornalista Maria Pintore e alle incursioni divertentissime di Giuseppe Masia che hanno aiutato a rendere meno "ostico" un argomento difficile perché tocca il bene più prezioso che ognuno di noi possiede: l'amore per i propri cari.