lunedì, 04 luglio 2022

Informazione dal 1999

Annunci, Necrologi

Olbia, addio a Guido Cherchi: vigile del fuoco ed ex calciatore

Domani i funerali a San Simplicio

Olbia, addio a Guido Cherchi: vigile del fuoco ed ex calciatore
Olbia, addio a Guido Cherchi: vigile del fuoco ed ex calciatore
Olbia.it

Pubblicato il 01 maggio 2022 alle 17:52

condividi articolo:

Olbia. Una città profondamente scossa dà l’addio a Guido Cherchi: vigile del fuoco di stanza all’Aeroporto Costa Smeralda di Olbia ed ex calciatore. Cherchi, che aveva compiuto pochi giorni fa 58 anni, lascia la moglie Pinuccia e la figlia diciassettenne Luisa.

Guido Cherchi era nato il 29 aprile del 1964 a Benetutti, ma viveva a Olbia da diverso tempo. Una delle sue passioni più grandi era il calcio, che ha praticato a livello agonistico tra gli anni ‘80 e ‘90. Ha militato in serie D con l’Ozierese, ma ha giocato anche nel Buddusó e nell’Ariete Solanas, nonché in rappresentative regionali. Il suo ruolo era quello del mediano. Forte e combattivo, Cherchi è ricordato nel mondo del calcio isolano per essere stato un giocatore con un’etica sportiva solidissima sia fuori che dentro il campo da gioco. In particolare, uno dei suoi tratti distintivi era la lealtà abbinata a una forte combattività sportiva. La sua scomparsa ha destato un’enorme commozione nel mondo del calcio che si è immediatamente riunito nella camera ardente per l’ultimo saluto.

Anche nel lavoro, Cherchi si è sempre distinto per le sue qualità umane e professionali. Vigile del fuoco esperto, dopo aver lavorato a Milano è tornato in Sardegna dove ha lavorato nel distaccamento Basa e poi, ormai da anni, nel distaccamento aeroportuale di Olbia. Anche il Corpo dei Vigili del fuoco si è stretto intorno alla famiglia.

Guido Cherchi, per le sue origini e le sue scelte di vita (personali e professionali) era fortemente legato sia alla comunità olbiese che a quella del Monte Acuto e del Goceano che, a Olbia, ha messo radici profonde. La sua scomparsa ha creato una vera e propria onda di commozione.

Umanamente, Cherchi verrà ricordato per le sue doti empiriche: è stato un uomo di grande bontà e di grande dolcezza, aveva un grande cuore ed era sempre presente per tutti, e non negava mai il suo sorriso.

I funerali si svolgeranno domani 2 maggio presso la basilica minore di San Simplicio alle ore 16. Il feretro partirà dalla camera ardente dell’ospedale Giovanni Paolo II. La messa sarà celebrata da don Mirco Barone.