Monday, 15 July 2024

Informazione dal 1999

Altri Sport, Sport

L'atleta di paragility Fabrizio Pinna premiato per meriti sportivi: "con sport a sei zampe gli ostacoli si saltano"

Un messaggio di grande forza

L'atleta di paragility Fabrizio Pinna premiato per meriti sportivi:
L'atleta di paragility Fabrizio Pinna premiato per meriti sportivi:
Camilla Pisani

Pubblicato il 13 October 2023 alle 09:48

condividi articolo:

Olbia. Il 10 ottobre è stata una giornata speciale per l'atleta Fabrizio Pinna e la squadra di atleti sardi della nazionale italiana paragility CIS. Questi straordinari sportivi hanno partecipato ai mondiali in Olanda, dal 31 agosto al 3 settembre 2023, dimostrando grande impegno e dedizione in questa disciplina sportiva. E dopo questa esperienza, è arrivato per Fabrizio e la sua squadra il prestigioso riconoscimento per meriti sportivi, conferito dalla città di Sassari.

La squadra sarda era composta dall'olbiese Fabrizio Pinna, affiancato dal suo fedele compagno a quattro zampe Kira, un incrocio tra labrador e golden retriever. Accanto a lui c'erano anche altri talentuosi atleti sassaresi: Patrizia Prisco con Pablo, Amstaff; Rosa Mura con Kira, border collie; e Fabio Frau con Ugo, chihuahua. Quest'ultimo ha ottenuto un risultato eccezionale, conquistando il terzo posto mondiale nella sua categoria, diventando così il primo sardo a ottenere tale riconoscimento. Nella categoria Agility, Stefano Canu si è esibito con Ciak, border collie.

La città di Sassari ha voluto riconoscere l'eccezionale impegno e i risultati ottenuti da questi straordinari atleti con un riconoscimento per meriti sportivi. La cerimonia di premiazione è stata guidata dal sindaco Nanni Campus, in collaborazione con il presidente Maurilio Murru, l'assessore allo sport Rosanna Arru, l'assessore al bilancio Carlo Sardara, il consigliere Giommaria Ventura e la consigliera Patrizia Zallu, promotrice di questa iniziativa e grande sostenitrice della paragility.

Durante la cerimonia, gli atleti sono stati accolti con calore e affetto dai presenti, che hanno elogiato i loro risultati eccezionali. Oltre a ringraziare la città di Sassari per questo prestigioso riconoscimento, gli atleti hanno espresso la loro gratitudine nei confronti degli sponsor che li hanno sostenuti nel loro percorso. Un ringraziamento speciale è stato rivolto al coach della nazionale italiana, Imca Pawc Cristian Oggioni, e a tutto lo staff che ha lavorato instancabilmente per rendere possibile questa incredibile esperienza sportiva.

Inoltre, Pinna, Prisco, Mura e Frau hanno lanciato un importante messaggio, incoraggiando la crescita della paragility nel territorio sardo. Hanno affermato che: "la disabilità pone tanti ostacoli, ma con lo sport a sei zampe o a otto, come nel caso di Fabrizio, che gareggia supportato dalla madre Francesca Cavassa, gli ostacoli si possono saltare" un messaggio di determinazione e inclusione ha ispirato tutti i presenti.

"Personalmente sono molto contento di aver ricevuto questo riconoscimento ma soprattutto di non essere più l'unico sardo che fa parte dello nazionale a praticare la paragility, perché paragility non vuol dire diverso ma semplicemente rinascita nelle maggior parte dei casi. Detto questo spero che la paragility sarda e non solo possa crescere sempre di più e soprattutto possa diventare al pari di altri sport, come il calcio, e che un domani non ci si debba fare in quattro per cercare sponsor qua e là, considerando che le trasferte dall'isola sono parecchio costose" ha commentato Pinna.

La premiazione di Fabrizio Pinna e della squadra di atleti paragility è un esempio di come lo sport possa essere un veicolo di inclusione, passione e determinazione. Questi straordinari atleti dimostrano che con impegno e dedizione, è possibile superare qualsiasi ostacolo e raggiungere risultati straordinari.