martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Golfo Aranci, gestione darsena: Mulas risponde

Prime risposte su un'annosa questione

Golfo Aranci, gestione darsena: Mulas risponde
Golfo Aranci, gestione darsena: Mulas risponde
Olbia.it

Pubblicato il 25 ottobre 2021 alle 11:08

condividi articolo:

Golfo Aranci. Durante l'ultimo consiglio del Comune di Golfo Aranci, il sindaco Mario Mulas ha dato qualche importante risposta sulla questione darsena. Si tratta di un problema che si trascina da anni, oggetto di un'interrogazione della minoranza data mese di febbraio e che ha visto persino una diffida da parte del locale Circomare. Nel dettaglio, la Guardia Costiera chiedeva conto della pulizia dello specchio acqueo e dei pontili, la prendisposizione e manutenzione degli impiani portuali, l'illuminazione pubblica, il servizio di vigilanza, la manutenzione dei corpi morti e degli ormeggi, il piano della gestione dei rifiuti e così via.

Dal mese di febbraio sono passati diversi mesi e in Consiglio Comunale il sindaco Mulas ha dato qualche notizia importante. Il quadro non è stato illustrato nella sua interezza poiché il giorno del Consiglio comunale non poteva essere presente il tecnico incaricato. 

"Ho informato la minoranza che il comandante Fasolino non era disponibile stamattina per alcuni impegni presi in precedenza. Però al prossimo Consiglio utile, chiedo di riportare l’argomento, perché secondo me ci può dare numeri e un approfondimento migliore perché stiamo parlando di un argomento, un procedimento che è stato affidato alla Polizia locale dalla Giunta, circa un anno fa, e che ha visto una serie di azioni importanti per migliorare e mettere un po’ di ordine all’interno di una darsena che negli ultimi anni, comunque ha visto una mancanza di gestione più che altro. Quindi un approfittarsi delle situazioni che comunque prontamente la Polizia locale, un po’ di ordine visibile, lo ha fatto. Come lo ha fatto? Io posso dare qualche informazione per quella che è stata l’attività, mantenendomi proprio molto prudente, perché attorno a questa vicenda c’è un’attenzione particolare da organi – come possiamo dire? – la magistratura, possiamo dire quando c’è un esposto, quindi questo argomento è attenzionato anche da altri, ha maggiore attenzione. Mi permetto anche di sottolineare che prima ancora che ci fosse un’attenzione così particolare avevamo preso l’impegno in questo Consiglio di riportare ordine in struttura in concessione al Comune di Golfo Aranci dal demanio, attraverso una concertazione con il Comandante della Guardia Costiera che ci faceva presente con una diffida di alcune situazioni non proprio ideali, in qualche misura siamo intervenuti con l’illuminazione e poi anche spiegando al Comandante che c’è un’azione molto più importante, perché abbiamo l’intenzione, davvero di gestirla in maniera migliore. Comunque abbiamo prontamente previsto e messo l’illuminazione", ha detto Mulas.

"È andata la ditta, quindi c’è un’illuminazione, secondo il Comandante, sufficiente, poi abbiamo provveduto, la Polizia locale ha provveduto a liberare dei posti barca occupati da non aventi diritto e qui non ho il numero di quanti fossero gli abusivi, chiamiamoli così. Invece ho il numero di 38 utenti che non avevano regolarizzato il pagamento, sono 38 utenti, gli è stato recapitato un avviso e di questo chiederei al Comandante a che punto è quell’attività. Abbiamo, come Giunta, approvato una delibera dove dà l’imput all’ufficio di affidare tre posti barca di tre utenti che avevano il… non so se si erano aggiudicati il posto barca, non ricordo se fossero aggiudicati con sorteggio, questo non lo ricordo, ma comunque mai contrattualizzati, quindi attraverso il Consiglio chiesto dalla Giunta, dall’Amministrazione agli avvocati, abbiamo capito che questi signori avevano il diritto di avere il contratto e quindi di avere affidato il posto barca. Posto barca che mi risulta ancora non essere stato affidato, ma solo perché l’estate adesso il Comandante mi ha detto che conseguiranno. Dico solo: politicamente continua l’intenzione di questa Amministrazione di affrontare il tema del regolamento, che è uno strumento essenziale per una corretta gestione. Questo regolamento è datato, deve essere rivisto con calma dall’Amministrazione, io mi auguro davvero che possiamo rivederlo. Ho detto al dottor Fais, poco tempo fa, che una delle priorità di questa Amministrazione è davvero rivisitare questo benedetto regolamento e di apportare modifiche, se necessario, oppure di farne uno nuovo, comunque, agire per legge perché comunque dei legali ci hanno detto che ci sono delle cose che non reggono legalmente e noi vorremmo fare in fretta, perché là fuori ci stanno aspettando da un bel po’ di tempo", ha sottolineato Mulas. 

L'argomento verrà approfondito nel prossimo Consiglio comunale.